• Home / CITTA / Catanzaro / Salvaguardare l’attività del commissariato di Polizia di Catanzaro Lido, sopralluogo del Presidente della Provincia

    Salvaguardare l’attività del commissariato di Polizia di Catanzaro Lido, sopralluogo del Presidente della Provincia

    Salvaguardare l’attività del commissariato
    di Polizia di Catanzaro Lido, non solo garantendo le migliori condizioni
    di agibilità all’immobile di proprietà della Provincia, ma anche
    sostenendo la fondamentale importanza del presidio di legalità nella
    zona sud della città. Il presidio di Polizia diretto dal vicequestore
    aggiunto Giacomo Cimarrusti, infatti, garantisce e tranquillità a una
    vasta area della città e del comprensorio, nonostante le limitate unità
    e mezzi a disposizione. Deve essere scongiurato il depotenziamento di
    una struttura che, nonostante l’esiguità dei mezzi e degli uomini,
    garantisce importanti risultati nella tutela dell’ordine pubblico e
    della legalità. E’ l’impegno assunto dal presidente della Provincia di
    Catanzaro, Enzo Bruno, che – accompagnato dal consigliere provinciale
    Emilio Verrengia e dal dirigente del settore Patrimonio – questa mattina
    ha effettuato un sopralluogo per verificare sul posto alcune criticità
    logistiche, relative alla manutenzione straordinaria, emerse in seguito
    alle forti piogge della scorsa settimana e per cui ha dato immediato
    input alla risoluzione. Il presidente Bruno, accompagnato dal
    vicequestore aggiunto Giacomo Cimarrusti e dal sostituto commissario
    Antonio Defilippo, ha avuto modo di visitare la struttura dove sono
    impiegate 19 unità, oltre che il dirigente, e conoscere l’importante
    lavoro svolto nel presidio per affrontare da non pochi problemi di
    microcriminalità locale, nonché dalla presenza della comunità rom e da
    piaghe sociali in un’area molto estesa, con ottimi risultati di
    prevenzione e repressione. Una struttura, quella del commissariato di
    Polizia di Catanzaro che, a fronte della disponibilità di quaranta unità
    che in passato prestavano servizio insieme a dieci amministrativi, si
    ritrova ora con diciotto poliziotti e un impiegato civili. Il presidente
    Bruno ha comunicato l’intenzione di voler coinvolgere direttamente il
    vice ministro dell’Interno, Filippo Bubbico, al fine di ottenere la
    salvaguardia del presidio di Lido per il fondamentale supporto alla
    legalità e alla sicurezza assicurata ad un area così importante e in
    grande espansione.