• Home / CITTA / Catanzaro / Presidente nazionale Federpropietà Anderson a Catanzaro: “Per ripresa servono redditività e moderazione fiscale”
    Federproprietà Anderson a Catanzaro

    Presidente nazionale Federpropietà Anderson a Catanzaro: “Per ripresa servono redditività e moderazione fiscale”

    Si è svolto oggi, Sabato 09 aprile 2016, presso la sede regionale di Federproprietà, l’incontro programmatico, presieduto dal Presidente dell’Associazione, on. Massimo Anderson.

    Quando sarà affrontata e promossa con determinazione una vera politica abitativa nazionale dovrà partirsi necessariamente dalla valorizzazione dell’esistente.
    Così il Presidente Nazionale di Federproprietà, Anderson, che ha evidenziato come, nel corso degli ultimi due anni, si sono registrati 400 eventi metereologici (alluvioni, inondazioni, frane, dissesti idrogeologici) che hanno colpito 230 comuni (a rischio l’80%) con la conseguenza di migliaia di famiglie sfollate.
    Gli italiani si domandano che fine hanno fatto le promesse del governo sul “piano casa” per le fasce deboli, per la manutenzione delle scuole, del territorio e degli edifici a rischio.
    Sono ormai improcrastinabili iniziative specifiche sui temi della sicurezza con proposte concrete ed immediatamente realizzabili, in attesa dell’auspicato complessivo coinvolgimento finanziario delle autorità pubbliche, impantanate da decenni nella pianificazione dei bacini e distretti idrogeografici, in gran parte ad uno stadio non avanzato della progettazione, e quindi con enormi ritardi nei programmi e nelle realizzazioni per la difesa del suolo.
    Per fronteggiare questo stato di cose occorrono investimenti pubblici e privati, ma la finanza dei proprietari risulta sempre più schiacciata tra la caduta di redditività degli immobili e ed un fisco che si barcamena quotidianamente fra alleggerimenti ed aggravi. Peggio succede per i comparti di Edilizia Residenziale Pubblica abbandonati ed essi stessi e senza un euro si stanziamento finalizzato alle manutenzioni e per i quali occorre intanto accellerare la cessione agli utenti che, divenendone priprietari, cercheranno di arrestarne il degrado.
    Contro la redditività degli immobili milita il permanente sistema vincolistico a vocazione statica che non lascia alcuno spazio all’autonomia dei contraenti sia per gli immobili ad uso abitativo che per quelli a destinazione diversa; per questi ultimi è urgente l’applicazione dell’istituto della cedolare secca, unica via attraverso la quale – a questo punto – potrebbe darsi una boccata di ossigeno all’economia pubblica e privata.
    Per mobilitare il mercato dei comparti immobiliari “immobili” Anderson ha infine annunciato che Federproprietà ha costituito un apposito Ufficio Nazionale Erp – Riscatti – Dismissioni che sarà prontamente articolato anche su base regionale.

    A chiusura, l’intervento del Vicepresidente Vicario di Federproprietà Granato sulla necessità di porre le questioni ambientali al primo posto dell’agenda dell’Organizzaziione dei proprietari: le tematiche relative all’acqua per usi civili, ai rifiuti solidi urbani, all’energia, all’inquinamento ci riguardano direttamente e siamo titolati – ha detto Granato – a verificare la correttezza di soluzioni adottate dalle Pubbliche Amministrazioni spesso senza adeguati approfondimenti.