• Home / CITTA / Catanzaro / Gara differenziata, respinto ricorso di “Ambiente 2.0 Scarl” contro Comune Catanzaro
    tribunale sentenza

    Gara differenziata, respinto ricorso di “Ambiente 2.0 Scarl” contro Comune Catanzaro

    Si mette la parola “fine” al contenzioso promosso da “Ambiente 2.0 Scarl” contro l’amministrazione comunale per l’esclusione dalla gara d’appalto per l’affidamento del servizio di raccolta differenziata porta a porta nei territori del Capoluogo e di Gimigliano.
    La quinta sezione del Consiglio di Stato ha infatti respinto il ricorso presentato da “Ambiente 2.0” contro il Comune di Catanzaro. Per la terza volta, dunque, l’amministrazione comunale vede riconosciute le proprie ragioni, in sede di giudizio, contro “Ambiente 2.0”.
    La sentenza depositata quest’oggi, lunedì 11 aprile, fa seguito all’ordinanza (nr. 3265/2015) con cui la stessa quinta sezione del Consiglio di Stato aveva rigettato l’istanza di sospensiva proposta dalla ricorrente. In precedenza era stato il Tar Calabria, nel maggio 2015, a rigettare il ricorso.
    La correttezza dell’operato dell’Amministrazione comunale e della commissione giudicatrice presieduta dal capo di gabinetto Antonio Viapiana, all’epoca dirigente ad interim del settore igiene ambientale, ha trovato l’ennesima conferma. In sede di discussione il Comune di Catanzaro è stato difeso da prof. Avv. Fabio Saitta.