• Home / CITTA / Consiglio comunale di Cirò su debito acqua potabile: “Sanare è atto dovuto”

    Consiglio comunale di Cirò su debito acqua potabile: “Sanare è atto dovuto”

    Posizione debitoria del Comune nei confronti della Regione per la somministrazione di acqua potabile per gli anni 2001-2004. Il piano di estinzione (40 mila euro per 10 anni) è un atto dovuto e di responsabilità. L’Esecutivo CARUSO ha ereditato il debito dalle precedenti amministrazioni e – senza voler colpevolizzare nessuno – è costretto a sanare per ricevere le royalties. È quanto ha dichiarato il Vicesindaco Francesco PALETTA intervenendo nel corso del Consiglio Comunale e relazionando sull’argomento, tra i cinque punti all’ordine del giorno. Da una ricognizione degli uffici regionali, il debito maturato negli anni 2001-2002-2003- 2004, prima della gestione del servizio della Sorical, è risultato essere pari ad euro 404 mila euro. L’Amministrazione Comunale ha presentato un piano di estinzione suddiviso in 10 anni per un importo annuale di 40 mila euro. Se da una parte l’Esecutivo CARUSO – ha continuato il Vicesindaco – ha portato l’ente a indebitamento zero; dall’altra è costretto ad intervenire su situazioni ereditato dalle passate gestioni comunali. Dover impiegare 40 mila euro annui per sanare questo debito significa privare altri settori di fondi ed investimenti. Oltre al punto sul piano di estinzione della posizione debitoria, l’assise prevedeva la discussione di altri 5 punti, tutti approvati. Dai controlli interni effettuati del Segretario Comunale con esito positivo, alla determinazione delle aree, boschi, pascoli, percorsi dal fuoco, passando dai criteri di individuazione dei requisiti per lo svolgimento di ferie e mercati, guardando all’incentivazione della vendita delle produzioni locali e dell’artigianato. L’Assise civica si è confrontata anche sull’adesione al consorzio ASMETEL che, in attesa che venga istituita la centrale unica di committenza della Provincia di Crotone, consentirà di procedere con la pubblicazione dei bandi di gara online per progetti come quello della riqualificazione dell’area cimiteriale, della realizzazione del campo di calcetto e degli interventi di rimozione dell’amianto