• Home / CITTA / Sanità, la Uil su dirigenza Azienda Sanitaria reggina: “Delibere contraddittorie”

    Sanità, la Uil su dirigenza Azienda Sanitaria reggina: “Delibere contraddittorie”

    E’ stata una conferenza stampa e contemporaneamente un’assemblea sindacale di medici e paramedici quella tenuta dalla Uil presso l’Aula Spinelli dell’Azienda Ospedaliera “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria. Nuccio Azzarà ha parlato di stato di criticità che vive l’azienda. Tra i presenti anche alcuni infermieri precari che rivendicano il diritto alla stabilizzazione dopo 10 anni di servizio. Gli attacchi del sindacato sono per Scura in merito alla riorganizzazione ospedaliera e per Oliverio, colpevole di avere scelto prima commissari e poi direttori generali inadeguati. Azzarà ricorda di avere già fatto i suoi esposti ad Anac e procura della repubblica e poi passa ad illustrare una serie di delibere adottate dal direttore generale dell’azienda sanitaria reggina che, secondo lui, sarebbero contraddittorie e non darebbero certezza di chi, al momento, occupa i ruoli apicali in ambito aziendale.

    “Questi atti non hanno essenza giuridica. Non c’è certezza del diritto e del rispetto delle regole” dice Azzarà che torna poi sul discorso del concorso per primario di Pronto Soccorso, che, secondo alcune ipotesi di stampa apparse nei giorni scorsi, sarebbe stato irregolare. Molto critico nei confronti dell’attuale dirigenza generale dell’azienda sanitaria reggina anche il cardiologo Enzo Amodeo, che, partecipando al concorso per il primariato del Pronto Soccorso, non è risultato vincitore.