• Home / CITTA / Catanzaro / Lotti a Catanzaro, il segretario provinciale Pd Bruno replica al coordinatore di Fi

    Lotti a Catanzaro, il segretario provinciale Pd Bruno replica al coordinatore di Fi

    “Il coordinatore cittadino di Forza Italia di Catanzaro, Ivan Cardamone, ha perso ancora una volta la buona occasione di stare zitto. Questa volta si accanisce a sproposito con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, che il Partito democratico di questa provincia ha ospitato nei giorni scorsi, e con orgoglio considera un interlocutore presente e attento alle istanze della Calabria”. E’ quanto afferma il segretario provinciale del Pd di Catanzaro, Enzo Bruno.

    “Sono i fatti a dimostrare la sua vicinanza alla nostra regione – continua Bruno – di cui ha seguito in più occasioni le problematiche, intervenendo in maniera diretta su vertenze e istanze delicate: dalla situazione dei percettori di cassa integrazione in deroga alla stabilizzazione degli lpu-lsu, giusto per citare qualche esempio. Anche nella visita di giovedì scorso non si è tirato indietro davanti alla richiesta di incontro dei sindacati di Polizia che manifestavano davanti alla sede della Provincia: ha voluto ascoltare i loro rappresentanti e si è fatto carico di favorire un confronto direttamente con il ministro, così come ha incontrato i precari della Giustizia, facendosi carico delle richieste dei tirocinanti, dimostrando grande attenzione nei confronti di tutti. Al coordinatore di Forza Italia e al suo partito chiediamo di rispettare l’azione politica positiva di Lotti nell’interesse della Calabria e di Catanzaro, un impegno che nemmeno i parlamentari di centrodestra hanno saputo eguagliare, come dimostrano le continue spoliazioni e umiliazioni che il capoluogo di regione ha dovuto subire durante il loro governo. La Federazione provinciale del Pd di Catanzaro – conclude Bruno – è orgogliosa del rapporto privilegiato instaurato con Lotti e lo ringrazia anticipatamente per la prossima visita che ha preannunciato si terrà in occasione delle amministrative di giugno”.