• Home / CITTA / Catanzaro / Catanzaro – Dibattito sulla situazione finanziaria del Comune, nota responsabile provinciale Pd Enti Locali Tonino Barberio

    Catanzaro – Dibattito sulla situazione finanziaria del Comune, nota responsabile provinciale Pd Enti Locali Tonino Barberio

    “Meglio un bilancino con i conti in ordine e tutti i debiti pagati che non i bilanci profondo rosso lasciati dalla giunta di cui il consigliere Nicola Ventura faceva parte”? Il  consigliere Carlo Nisticò appare così convinto di quello che dice che le sue affermazioni gli devono sembrare vere. Peccato che i catanzaresi siano di tutt’altro parere rispetto ad una Catanzaro, che per come descritta da Nisticò, sembra un paradiso in terra. Paradiso, saggiamente e magnanimamente governato, secondo lui, dalla striminzita maggioranza di centrodestra. Ma Nisticò forse vive su Marte, non certo a Catanzaro, perché altrimenti vedrebbe con i suoi occhi come è stata ridotta in questi anni la città, in quale sfracello versi, in quale stato comatoso siano costretti a vivere i suoi abitanti nei diversi quartieri periferici, in termini di vivibilità, di scadente qualità dei servizi offerti, di recrudescenza criminale, oltre che di perdita di identità e di ruolo. Questa è l’eredità  politico amministrativa che ci lascia il centrodestra mentre qualche autorevole esponente, come Nisticò, ha la faccia tosta di parlare di “buco nero” devastante attribuendo responsabilità al governo del centrosinistra di cui Ventura ha fatto parte.  Se si attenesse ai fatti, come cerchiamo di fare noi, Nisticò dovrebbe ricordare che la Giunta Olivo lasciò i conti in ordine tanto da meritare dal governo nazionale una premialità di 500 mila euro.
    Una Giunta, quella del sindaco Rosario Olivo, che ha operato con onestà e diligenza, per garantire una prospettiva credibile di sviluppo al Capoluogo attraverso una progettualità a lungo termine  che il centrodestra ha distrutto a colpi di inchieste giudiziarie, incompetenza, inadeguatezza, assieme a un documentato decadimento morale dilagante che ha dato un duro colpo all’immagine di Catanzaro e che noi cittadini siamo costretti a subire.  Altro che buchi e presunti bilanci sballati lasciati dal centrosinistra, di cui il consigliere Nisticò cerca di concionare, senza aggiungere però che anche di quella stagione egli è stato parte integrante come presidente della commissione
    urbanistica, settore di cui il nostro ha da sempre un’innata vocazione. E questo da consigliere double-face secondo le circostanze e convenienze del momento e delle diverse stagioni politiche: ieri con il centrosinistra oggi saldamente imbarcato nel centrodestra. Ci creda, consigliere Nisticò, non se ne può più. E quanto più si metterà fine a questo sfascio civile, culturale e amministrativo, e i suoi responsabili saranno rimandati a casa, compreso lei, tanto più Catanzaro e la sua gente paziente e perbene potrà ricominciare a sperare in un possibile futuro degno di essere vissuto per se stessi e per i propri figli. Al consigliere comunale e provinciale Nicola Ventura, così violentemente e ingiustamente attaccato dal consigliere Nisticò, esprimiamo la nostra piena solidarietà e il nostro sostegno per il lavoro e l’impegno che da amministratore ha sempre profuso, e continua a garantire, nell’interesse esclusivo delle comunità le cui istanze è chiamato a rappresentare nelle massime assemblee democratiche in cui è stato eletto.

    Tonino Barberio
    Responsabile Enti locali – Segreteria provinciale Pd Catanzaro