• Home / CITTA / Reggio – Sul su Villa Betania: “Riunione sindacale a dir poco sconcertante”

    Reggio – Sul su Villa Betania: “Riunione sindacale a dir poco sconcertante”

    La riunione sindacale con la Presidenza di Villa Betania del 27 luglio 2015 è stata a dir poco sconcertante. Tutto si è risolto con un rinvio senza data anche se siamo a giorni in procinto di scadenze importantissime. Il 31 luglio scadono i termini per la presentazione delle procedure per l’accredito presso il sistema sanitario della Regione Calabria; in pari data scadranno 7 contratti a tempo determinato dei quali tutti dicono che non si possa fare a meno; è in scadenza al 31 agosto prossimo il Contratto di Solidarietà in vigore in questo momento. Ed inoltre entro luglio si dovrebbero pattuire le forme di recupero degli stipendi arretrati per la totalità dei dipendenti, cosa che sembra l’unica a preoccupare la gestione dell’Azienda. È chiaro che non c’è più tempo e che la Presidenza di Villa Betania non può ragionevolmente pensare di spostare ad Agosto operazioni che andavano stabilite e concordate prima di quella data. Come SUL, non ci presteremo ad affrontare le questioni sul tavolo con l’angoscia di dover chiudere a tutti i costi ed al più presto ciò che non si è voluto o saputo discutere e determinare tempestivamente. Già nel recente passato vi era stata l’approvazione sindacale dei Contratti di Solidarietà, in agosto e sotto la minaccia dei licenziamenti incombenti. Questo gioco deve cessare nell’interesse degli utenti e dei dipendenti. Per questi motivi chiediamo una riunione ad horas nella quale l’Azienda si presenti con proposte e determinazioni chiare da proporre al sindacato e consegnando alle Organizzazioni Sindacali gli elementi indispensabili per giungere a decisioni condivise (bilanci, pianta organica, relazione con le linee guida regionali in merito agli accreditamenti delle strutture). Nelle more, e sperando che questa riunione venga davvero convocata, l’Azienda Villa Betania deve sapere che, per quanto riguarda il SUL, le nostre posizioni sono chiarissime:

    1. Per obbedire alle norme per l’accreditamento occorre assumere 1 terapista a far data dal1° settembre prossimo e un secondo terapista ed un OSS al massimo nel mese di Novembre;
    2. Che vanno assunti con contratto a tempo indeterminato i 7 dipendenti attualmente con contratto a termine, anch’essi a far data dal 1° settembre prossimo;
    3. Che non possono essere rinnovati i Contratti di Solidarietà per i quali si richiede l’erogazione delle quote non percepite dai lavoratori, oltre al pagamento di quanto dovuto per la Cassa Integrazione;
    4. Che, in assenza di un accordo globale e di corrette e complete informazioni, non ci sono i termini per un accordo sulla dilazione nelle erogazioni dei quattro stipendi non percepiti dai dipendenti.

    Ovviamente siamo disponibili ad ogni confronto, ma questa disponibilità scade il 31 luglio, data oltre la quale il SUL, possibilmente di concerto con gli altri sindacati, provvederà a tutelare i diritti dei dipendenti di Villa Betania in ogni sede

    Le RSA del SUL                                                                                                   p. Coordinamento provinciale SUL

    Nuccia Romeo – Marinella Bova                                                                                                     Aldo Libri