• Home / CITTA / Condofuri (RC) – Inaugurazione del giardino “Vutane in Fiore”

    Condofuri (RC) – Inaugurazione del giardino “Vutane in Fiore”

    Sabato 13 giugno 2015 alle ore 18.00 RizemuL@b inaugura, nel Comune di Condofuri Marina, in Via Madonna della Pace, un nuovo spazio pubblico realizzato con e per gli abitanti.
    Tutto è pronto per ridare vita all’area segnalata dall’Amministrazione lo scorso marzo 2014, quando all’interno del Corso di Arte dei Giardini della Mediterranea di Reggio Calabria e della ricerca PRIN “Recycle Italy. Nuovi cicli di vita per le architetture e le infrastrutture della città e del paesaggio”, coordinata per l’Unità di Reggio dal Prof. Vincenzo Gioffrè, è stato lanciato, in collaborazione con il Comune, il workshop Rizemu: concorso di idee per il riciclo di uno spazio pubblico in abbandono a Condofuri.
    Il progetto vincitore “Vutane in Fiore” degli studenti Valerio D’Ascola e Giuseppe Sottilotta ha dato l’avvio a Rizemu.L@B: il laboratorio partecipato per la realizzazione del giardino, coordinato dall’Arch. Antonia Di Lauro e supportato dall’Artista Maria Manti, che da settembre ad oggi ha riunito assieme i cittadini del Comitato Civico Pro-Condofuri e il gruppo di architetti e studenti della Mediterranea in un processo di co-creazione del nuovo spazio pubblico. Numerose altre realtà locali hanno partecipato al progetto come le classi dell’Istituto Comprensivo Bova-Condofuri, l’Azienda Agricola Falcone, l’Associazione Fraternità Giovani, la Cooperativa Tutela dell’Aspromonte in accordo con l’idea di cooperare per migliorare la propria realtà locale a partire da azioni semplici e collaborative.
    Rizemu.L@B, dopo un anno dietro le quinte, condivide questa tappa importante con tutti gli abitanti: un’occasione per discutere e sensibilizzare sulle “nostre radici” culturali, sul senso di comunità e di appartenenza ai luoghi come motore del cambiamento, in un’ottica di sostenibilità ambientale, economica e sociale per le nostre città future che non può prescindere dalla valorizzazione dell’identità, delle tradizioni, delle risorse locali e dal lavoro congiunto di amministrazione, enti e cittadini nel progetto e nella gestione dei beni comuni. La realizzazione del giardino è la dimostrazione che è possibile ottenere risultati concreti e superare le difficoltà e i problemi locali con una cittadinanza attiva, propositiva e coesa, capace di trasformare la visione teorica in progetto e azione.
    Il laboratorio, in occasione dell’inaugurazione e in linea con lo spirito di Rizemu, lancia un invito a cooperare per ultimare i lavori con due iniziative partecipate: Piantiamola! e “La mia pianta per Vutane in Fiore” che prevedono la donazione di piante da parte degli abitanti e la messa a dimora di alcune specie vegetali nel giardino come momento per riflettere assieme sulla cura e il rispetto dello spazio pubblico e del verde urbano come bene comune a cui tutti sono chiamati a collaborare attivamente con semplici azioni quotidiane. Le piante donate dai cittadini e riunite in un unico spazio diverranno così il simbolo del lavoro collettivo, accompagnando la crescita della comunità nelle sfide future e ricordando che attraverso la collaborazione è possibile superarle.
    In programma, quindi, per il giorno dell’inaugurazione, la condivisone del lavoro a contatto con la terra, ma anche di musica e cibo, che a tema con il giardino, raccontano  cultura e tradizione locale a 360 gradi con l’animazione del gruppo  folk “Irizema” e la degustazione del buffet fornito dalla Cooperativa “I-Chora” con prodotti Libera Terra.
    E’ previsto inoltre, a conclusione dei lavori di piantumazione, la donazione di un albero di bergamotto da parte del Consorzio del Bergamotto rappresentato dal Presidente Ezio Pizzi, e il taglio del nastro con il Sindaco Salvatore Mafrici e l’Assessore all’Arredo Urbano Salvatore Trapani, il Prof. Vincenzo Gioffrè responsabile della ricerca Prin Recycle e coordinatore di Rizemu, il Presidente del Comitato Civico Pro-Condofuri Antonino Iacopino, l’Architetto Antonia Di Lauro, responsabile del laboratorio, l’artista Maria Manti e i giovani progettisti di Vutane in Fiore, Valerio D’Ascola e Giuseppe Sottilotta ad accogliere e condividere questo traguardo.