• Home / CITTA / Ryanair sbarca a Reggio? Raffa vola a Dublino: ‘Ci stiamo lavorando’

    Ryanair sbarca a Reggio? Raffa vola a Dublino: ‘Ci stiamo lavorando’

    di Stefano Perri – Ryanair a Reggio Calabria? Si può fare. Non è ancora il momento degli annunci, ma un primo approccio c’è stato. A confermarlo è lo stesso Presidente della Provincia Giuseppe Raffa, protagonista, insieme all’Assessore alle Attività Produttive Roy Biasi, dell’incontro con Colin Casey, responsabile dello sviluppo di Ryainair, avvenuto l’altro ieri a Dublino.

    ”Un approccio operativo” lo definisce Raffa, che ”testimonia il grande interesse per la compagnia irlandese per il nostro territorio”. La questione dunque non è esattamente campata in aria. Ma sul tavolo ci sono una serie di questioni da affrontare, a partire da quelle tecniche.

    I vertici di Ryanair sono andati molto sul concreto. Il punto principale del ragionamento ruota attorno alla conformazione strutturale dello scalo reggino. Quelle che per anni sono sembrate limitazioni tecniche insormontabili adesso potrebbero essere solo una questione accessoria. La svolta starebbe nelle nuove normative europee che fanno affidamento sui software ad alto contenuto tecnologico che utilizzano la tecnologia Gps e le triangolazioni satellitari.  Ryanair avrebbe chiesto all’Aeroporto dello Stretto di dotarsi di questi strumenti, raggiungibili attraverso uno studio prodotto da una società americana alla quale fa riferimento proprio Ryanair. In questo modo si andrebbe a superare l’annosa problematica dell’ atterraggio ”in curva” che da sempre limita gli accessi all’aeroporto dello Stretto, a differenza di altri scali importanti come Genova, Palermo, Bordeaux che da tempo si sono messi alle spalle il gap strutturale.

    ryanair raffaSuperata la questione, Ryanair potrebbe decidere di sbarcare in riva allo Stretto. E l’interesse più forte al momento pare indirizzato alla tratta Reggio-Bologna, da attivare nel periodo autunnale. Ma i vertici della compagnia irlandese avrebbero lasciato aperto uno spiraglio per rafforzare la tratta Reggio – Roma, sulla quale però pesano gli alti costi degli slots e dei servizi di handling. Sogas, da questo punto di vista, potrebbe pensare di creare delle agevolazioni per Ryanair pur di far accedere la prestigiosa low cost all’infrastruttura reggina.

    Nel frattempo i tecnici di Sogas e della provincia sono già al lavoro per dare seguito a quanto stabilito con i vertici di Ryanair all’incontro di Dublino. Nella giornata di oggi verranno forniti tutti i dati di traffico, relativi agli ultimi anni, delle compagnie che hanno lavorato sullo scalo reggino. Ed al contempo verrà integrata la documentazione, sulla quale la Provincia ha puntato molto, relativa alla ricezione alberghiera su Reggio Calabria, sulle attrattive turistiche da integrare nell’offerta, a cominciare dal Museo Nazionale, ed infine l’integrazione con il bacino messinese.

    Leggi anche: