• Home / CITTA / Rende (CS) – Al via il secondo step del progetto “Livelli formativi di MdT – Musicoterapia didattica”

    Rende (CS) – Al via il secondo step del progetto “Livelli formativi di MdT – Musicoterapia didattica”

    Sarà l’illustre prof. Rolando Omar Benenzon, musicista medico e psichiatra argentino tra le massime autorità nel campo della musicoterapia, a condurre personalmente il secondo livello formativo di MTD, Musicoterapia Didattica, nel corso di due incontri intensivi che si terranno il 21 e 22 maggio p.v., presso il TAU, Teatro Auditorium Unical.

    L’iniziativa è parte di un progetto articolato in sei step (a marzo ha avuto inizio con il primo livello), finalizzato alla formazione di tecnici del modello Benenzon, è promossa e organizzata da Zahir associazione culturale in collaborazione con la Fundacion de Musicoterapia di Buenos Aires, il Ce.I.M.P.A. (Centro Integrato di Musicoterapia e Psicoterapia Applicate) e Centro Arti Musica e Spettacolo Unical, si avvale del patrocinio dell’Università della Calabria (Dipartimento di Studi Umanistici) e della supervisione del prof. Rolando Omar Benenzon.

    Nel corso delle due giornate di maggio, cui prenderanno parte anche Sonia Falcone e Daniele Siciliano in qualità di co-conduttori, la formazione sarà incentrata sulla stesura dei protocolli clinici d’osservazione in musicoterapia secondo il modello Benenzon. Verranno approfonditi aspetti tecnici e teorici degli interventi musico-terapeutici e, attraverso le esperienze pratiche,  si favorirà la comprensione e l’approfondimento di alcuni aspetti del modello stesso basato sull’utilizzo della comunicazione non-verbale, del suono, del corpo e degli strumenti musicali come mediatori della comunicazione.

    Il modello Benenzon ha sviluppato, nel corso di quarant’anni di esperienza clinica e formativa, particolari modalità d’intervento finalizzate al miglioramento della qualità di vita delle persone con disagio psico-fisico e allo stesso tempo una formazione  teorica ed esperienziale che favorisce, oltre all’acquisizione di competenze specifiche, la consapevolezza di sé in relazione alle dinamiche relazionali e comunicative.

    La partecipazione è aperta non solo a musicoterapisti e persone con competenze musicali ma anche a tutte le professioni sanitarie, a chiunque operi nel campo della relazione, a docenti, insegnanti, studenti e in generale a
    coloro i quali vogliano approfondire l’utilizzo della comunicazione non verbale, sia a livello professionale sia a livello personale.

    Il corso è a numero chiuso e l’accesso ai livelli successivi è condizionato dalla frequenza dei precedenti.