• Home / CITTA / Locri, ancora un caso di inciviltà e di danno ambientale Il Sindaco Calabrese propone una “taglia” simbolica per acciuffare il responsabile

    Locri, ancora un caso di inciviltà e di danno ambientale Il Sindaco Calabrese propone una “taglia” simbolica per acciuffare il responsabile

    Nonostante i ripetuti sforzi da parte dell’Amministrazione Comunale nel cercare di mantenere alto il decoro urbano della Città, con interventi mirati e con la raccolta della nettezza urbana con puntuale regolarità, ancora oggi si registrano atti incresciosi da parte di alcuni cittadini che utilizzano le zone periferiche come discarica personale.
    L’ultimo episodio porta la data del 29 maggio e ha visto coinvolta la frazione Moschetta, in prossimità dell’area archeologica, utilizzata come punto di discarica per materiali di ogni genere da parte di qualche “furbetto” della notte.
    Nella zona è stato effettuato un sopralluogo da parte del Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, del Vicesindaco, Raffaele Sainato e del Consigliere Vincenzo Panetta, che hanno constatato lo stato dei fatti, rilevando l’enorme danno ambientale procurato da chi ha preferito scaricare il proprio materiale in quel punto e in quel modo, non utilizzando i canali ufficiali e i modi consoni ad uno stato civile.
    Sempre nella giornata di ieri il Sindaco Calabrese tramite il proprio profilo Facebook ha postato le foto dello scempio, offrendo una ricompensa di 200 Euro a chi riuscisse a fornire indicazioni dettagliate per poter risalire all’autore o agli autori di questo ingente danno ambientale.
    Questo il post del Sindaco Giovanni Calabrese: “Taglia di euro 200. Offro Euro 200 a chi fornisce dettagliate notizie utili ad identificare l’imbecille che, ieri notte, ha “scaricato” casa e magazzino in contrada Moschetta in prossimità dell’area archeologica.
    Incivili. Prima o poi vi becchiamo!!!!!”
    Allo stesso tempo l’Amministrazione Comunale ricorda che è possibile usufruire di un servizio gratuito per lo smaltimento di rifiuti ingombranti, contattando direttamente la Locride Ambiente (0964.384847) che opera su tutto il territorio cittadino.
    Infine si chiede ancora una volta maggiore collaborazione da parte di tutti i cittadini, nel non limitarsi solamente a segnalare quanto accade, ma anche nel denunciare prontamente alle Autorità preposte tutti coloro i quali non rispettano le regole del buon senso, del vivere civile e del rispetto della collettività.
    L’obiettivo dell’Amministrazione, che sta lavorando ad incrementare la raccolta differenziata stradale fino ad arrivare ad una raccolta “porta a porta”, è anche quello di responsabilizzare i cittadini facendolo diventare delle “sentinelle” in difesa della propria Città isolando le mele marcie che quotidianamente compiono gesti inconsulti che danneggiano l’intera collettività ed appesantiscono le già precarie condizioni finanziare dell’Ente che ogni volta deve intervenire con ulteriore aggravio di costi.