• Home / CITTA / Vibo – Convocato il 4 febbraio il Consiglio provinciale

    Vibo – Convocato il 4 febbraio il Consiglio provinciale

    Approvazione della proposta del nuovo Statuto della Provincia di Vibo Valentia; discussione del Piano di dimensionamento scolastico provinciale; determinazione iter di realizzazione degli impianti sportivi già programmati.
    Questi i punti all’ordine del giorno del Consiglio della Provincia di Vibo Valentia, convocato, in seduta straordinaria, dal presidente Andrea Niglia, per domani, mercoledì 4 febbraio, alle ore 11:30, nella sala consiliare.
    I primi mesi di insediamento del presidente Niglia sono stati caratterizzati da un’attività amministrativa e istituzionale straordinaria e particolarmente problematica. Niglia, infatti, si è trovato a gestire i primi risvolti del dissesto economico e finanziario, dichiarato dalla precedente gestione commissariale. Default al quale si è aggiunta la confusione creata dalla cosiddetta Riforma Del Rio sulle Province, che non ha chiarito del tutto l’iter da seguire per il riordino degli enti intermedi. Infine, come una spada  di Damocle, si sono abbattute sul capo delle Province italiane le misure dell’ultima Legge di stabilità, che prevedono il taglio di un miliardo di euro nelle risorse del 2015, di due miliardi nel 2016 e di tre miliardi nel 2017.
    Nei giorni scorsi alcune aperture politiche, per tentare di dare sollievo economico all’Ente, sono venute in seguito a degli  incontri istituzionali tenutisi, a Roma, con rappresentanti del Governo nazionale e alcuni parlamentari, i quali si sono impegnati a presentare, nel prossimo decreto “Milleproroghe”,  degli emendamenti mirati a far superare alla Provincia di Vibo Valentia questa fase così delicata. Il presidente Niglia, comunque, continua, in maniera incessante e su più fronti istituzionali, la sua azione politica, per tentare di dare un’accelerata all’iter di erogazione dei fondi da destinare in primis al pagamento degli stipendi ai dipendenti e a servizi fondamentali per i cittadini come la messa in sicurezza di scuole e strade. Giovedì 5 prossimo, nel corso della riunione dell’Upi regionale, a Catanzaro, il presidente Niglia, chiederà, quindi, anche alle altre Province calabresi di intensificare e rendere sinergiche le rispettive iniziative politiche