• Home / CITTA / Reggio – I “Fabulanova” sulla rotta dei migranti per un tour in Sud America
    Fulvio Cama - cantastorie

    Reggio – I “Fabulanova” sulla rotta dei migranti per un tour in Sud America

    di Grazia Candido – Sono professionisti reggini, amano la musica e hanno un leader che “marca” il mondo dello spettacolo. Dopo un 2014 ricco di eventi tra borghi, teatri e grandi collaborazioni artistiche, i Fabulanova, gruppo musicale capitanato dal cantastorie Fulvio Cama (vincitore del Premio “Manente 2014” con la canzone “Lampedusa”, brano che racconta la tragedia di Lampedusa che nell’ottobre 2013 vide la morte di 360 immigrati, nell’affondamento di un barcone), si preparano per un tour internazionale tra Argentina e Brasile che li vedrà impegnati dal prossimo 6 al 24 Marzo. Una nuova avventura musicale ma anche un’altra esperienza di vita che porterà il gruppo rigorosamente reggino, dalla Calabria a Buenos Aires, fino a Rio de Janeiro. Un percorso che ripercorrerà volutamente la rotta dei nostri conterranei che, carichi di sogni, ricordi, storie e tradizioni sono stati nostalgici migranti negli anni passati verso il Sud America. I “Fabulanova” quindi, sono pronti per lo spettacolo “Mediterronia”, nome per altro scelto dal suo autore Fulvio Cama che, dopo anni di meticolose ricerche e studi, è riuscito a raccontare in musica, quella che lui stesso definisce, la “fiaba del Mediterraneo”. Si dice che la tradizione non consiste nel mantenere le ceneri ma nel mantenere viva una fiamma e i “Fabulanova” creano, suonano, plasmano ritmi per farla ardere ancora perché far conoscere la nostra storia vuol dire onorare il linguaggio della nostra bandiera.
    “Il nostro mare – ci spiega il cantastorie Cama – è stato da sempre un punto strategico di approdo e di partenza di varie etnie, suoni, strumenti, ritmi, culture che hanno segnato profondamente ciò che siamo e rappresentiamo per il mondo in modo più o meno esplicito. Da qui, l’idea di recuperare i canti della tradizione e scrivere inediti in dialetto calabrese su varie tematiche arrangiandoli però in world music dalla bossanova, al reggae, alla milonga, al son cubano, al jazz, perché la Calabria è ovunque dal cibo alla musica”.
    Ad impreziosire questo lungo viaggio alla riscoperta delle melodie e di quel bagaglio culturale che ci fa onore, musicisti eclettici, del calibro di Francesco Surace “Panchito” con il suono ancestrale dei Tamburi Batà e delle sue percussioni multietniche, e di Oreste Forestieri con l’arcaico ed ipnotico suono di zampogne, fiati e mandolino. Sono loro ad accompagnare la voce, il mistico suono dell’Oud, del Bouzouky e delle chitarre del cantastorie Fulvio. I “Fabulanova” sono un trio di artisti calabresi che guardano al mondo in musica e che hanno unito le loro esperienze artistiche per raggiungere un unico obiettivo: “Mediterronia, una manifestazione di orgoglio, la dimostrazione della fierezza di un popolo che ha tanto da raccontare e che ha questa sua proverbiale forza – affermano i componenti del gruppo – Una forza che, nonostante tutto, gli consente di andare avanti senza fermarsi mai”.

    Fabulanova-locandina