• Home / CITTA / Reggio – Dal Regno Unito in riva allo Stretto. Il ballerino Lukas incontra gli allievi del M.A.D
    ballerino Lukas

    Reggio – Dal Regno Unito in riva allo Stretto. Il ballerino Lukas incontra gli allievi del M.A.D

    di Grazia Candido – Lo abbiamo visto danzare in note trasmissioni televisive ed è stato il vincitore del reality britannico “Got to dance” trasmesso su Sky1. Ha collaborato con cantanti e musicisti del panorama internazionale ma soprattutto, è riuscito a “stregare” con le sue coreografie professionisti, critici, adolescenti e non, insegnando un nuovo modo di fare danza moderna. Dal Regno Unito è pronto a sbarcare in riva allo Stretto, il noto ballerino e coreografo canadese Lukas Tyrell McFarlane. Un’altra esclusiva del Centro Studi M.A.D di Alessia Pizzichemi e Marco Rizzi che trasformeranno, il prossimo 7 Marzo, la loro “base” operativa in una location per le due inedite sessioni del workshop di danza. Ballerino versatile con una solida conoscenza del mestiere pur avendo solo 22 anni, il giovane coreografo è sempre alla ricerca di artisti individuali con i quali potersi confrontare. Quando balla, fa trasparire passione, impegno, raffinata tecnica, elementi ottenuti con un costante lavoro che gli ha permesso di perfezionare nel tempo la sua qualità di movimento. Dopo essersi trasferito a Londra, Lukas originario del Canada, ha lavorato con artisti come Ronan Keating, Taylor Swift e Celine Dion e con la sua danza è riuscito a ritagliarsi un posto di prestigio in spettacoli come “Red or Black” e il talent “X Factor”. Lukas insegna in Italia, Polonia, Slovenia, Russia, Regno Unito e in tanti altri paesi offrendo qualcosa di diverso e stimolante alla danza di oggi. A Reggio Calabria, seguirà le classi a numero chiuso di 20 allievi ciascuna per consentire un adeguato svolgimento del workshop.
    “Lukas è sicuramente una ulteriore occasione di crescita per noi e per tutti i danzatori che prenderanno parte al corso di formazione e la nostra scelta è ricaduta su di lui perché il suo stile si avvicina molto a quello del M.A.D. – afferma la giovane coreografa reggina Pizzichemi – Il workshop è un altro modo per potersi confrontare con un maestro di fama internazionale, per imparare e carpire quei piccoli segreti che poi rendono unici i ballerini. Le qualità necessarie per essere un bravo ballerino sono tante. Non basta soltanto il talento: è necessario affiancare alla grande vocazione, la tenacia, la determinazione, la disciplina, la costanza. Lukas è tutto questo: riesce a coinvolgere emotivamente chiunque. Potrebbe essere uno stimolo in più per i giovani danzatori che si avvicinano a questo mondo – conclude la Pizzichemi – Carlo Blasis diceva che il successo o l’insuccesso nello studio della danza dipende molto da come si iniziano gli studi. Per questo occorre dare molta importanza alla scelta del maestro. E il M.A.D ne ha scelto uno decisamente importante”.