• Home / CITTA / Reggio – Alla ‘House of Bak’ la mostra d’arte permanente “Portals”

    Reggio – Alla ‘House of Bak’ la mostra d’arte permanente “Portals”

    Ha preso inizio la mostra d’arte permanente “Portals”. Dodici opere a cui ne seguiranno altre e che saranno esposte a rotazione nelle sale della “House”, sede della Gilda degli Artisti e spazio che raccoglie ogni mese centinaia di persone grazie al suo poliedrico calendario di eventi. Peculiarità di questa mostra è la tecnologia: ogni opera porta un codice elettronico scansionabile con qualsiasi cellulare moderno e che “attiva” l’opera illustrandola e permettendo di comunicare col suo autore. L’iniziativa colloca l’opera oltre il suo valore visivo e la trasforma in un moderno “portale” di interazione e comunicazione. “La partecipazione, fin dai primi passi di questo progetto, è stata impressionante” ha commentato il BaK, capo-gilda della Gilda degli Artisti “ci siamo presi anche l’onore di presentare Reggio Calabria come una città che ospita qualcosa di così particolare a quelli che non la conoscevano da questo punto di vista. Abbiamo portato questa idea agli artisti che hanno aderito con entusiasmo a questa iniziativa e penso che si stia creando un ulteriore capitolo in più del dialogo con la città che prosegue da anni. La stagione delle opere lasciate appese a decantare occhiate è finita: da stasera offriamo l’arte come una maniera per comunicare e come qualcosa che vive ogni volta che sa emozionarci ed incuriosirci.” La prima selezione di opere ha dato maggior spazio ad autori legati alla Calabria, consolidando il richiamo tra tradizione ed avanguardia. Tra gli autori che hanno aderito all’iniziativa Davide Ricchetti, Francesca Dono, Pasquale Ferrara e altri giovani autori calabresi. Le opere poi, esposte a rotazione, vedranno alternarsi firme e stili in maniera da accordarsi al tema delle serate per offrire visibilità e composizioni sempre diverse. Successivamente alle prime fasi in cui si premia il contatto fisico con i portali, la mostra avrà anche la possibilità di essere visitata virtualmente tramite il sito dell’iniziativa.La mostra proseguirà sino al 15 febbraio.