• Home / CITTA / Sanità, Crotone: indagati per concussione ex Dg e 2 dirigenti

    Sanità, Crotone: indagati per concussione ex Dg e 2 dirigenti

    Il responsabile dell’ufficio legale dell’Asp di Crotone, Francesco Masciari, di 45 anni; il direttore del dipartimento assistenza ospedaliera della stessa azienda, Giuseppe Fratto (57), e l’ex direttore

    generale dell’allora Azienda sanitaria di Crotone, Thomas Schael (48), sono indagati in un’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica crotonese per concussione e tentata concussione nei confronti dei titolari della casa di cura privata Villa Giose. La Digos della Questura di Crotone, che conduce le indagini di polizia giudiziaria nell’ambito dell’inchiesta, ha sequestrato una documentazione negli uffici e nelle abitazioni degli indagati. L’ipotesi accusatoria contestata dal pm di Crotone, Pierpaolo Bruni, titolare delle indagini, è che Masciari e Fratto non avrebbero, in un primo tempo, acconsentito alla liquidazione delle somme vantate dalla clinica ‘Villa Giose’ per le prestazioni erogate in regime di convenzione con l’Azienda sanitaria provinciale. Quelle stesse somme sarebbero state corrisposte dopo la mediazione offerta da un altro indagato, Vincenzo Speziali, di 36 anni, che, secondo l’accusa, si sarebbe fatto consegnare dal titolare di ‘Villa Giose’, Giovanni Ussia, una somma di 40 mila euro, più cinquemila euro per le spese sostenute. La somma, sempre secondo l’accusa, sarebbe poi finita a Francesco Masciari, che avrebbe così espresso parere favorevole alla deliberazione di pagamento disposta poi da Giuseppe Fratto a favore della casa di cura. Il presunto ostruzionismo alla liquidazione di un credito di circa 11 milioni di euro vantato dalla clinica ‘Villa Giose’, attraverso decreti ingiuntivi divenuti già esecutivi, è invece alla base dell’ipotesi di tentata concussione contestata a Thomas Schael e Giuseppe Fratto.