• Home / CITTA / Nascerà in Sicilia la scuola regionale per le tecnologie informatiche

    Nascerà in Sicilia la scuola regionale per le tecnologie informatiche

    Nascera’ in Sicilia la scuola regionale di alta formazione per le tecnologie informatiche. E’ uno dei punti salienti dell’accordo quadro firmato stamani dall’assessore alla Presidenza della Regione Siciliana, Giovanni Ilarda, e dal Rettore dell’Universita’ di Palermo Roberto Lagalla. ”Si tratta – dice l’assessore Ilarda – di un accordo che oggi firmiamo con l’Universita’ di Palermo ma che e’ aperto e intendo estendere a tutte le Universita’ siciliane”. L’accordo quadro prevede la realizzazione di forme di collaborazione bidirezionale fra la Regione e l’Universita’. L’amministrazione regionale potra’ inviare i propri dipendenti per formarli anche presso l’Universita’, mentre l’Universita’ potra’ inviare all’amministrazione regionale, agli Enti regionali e alle societa’ controllate dalla Regione, studenti e neo laureati per l’effettuazione di stage formativi pratici. ”Con questo accordo – dice il Rettore Lagalla – intendiamo ribadire la centralita’ della collaborazione istituzionale come metodo di lavoro e offrire il nostro contributo alla crescita qualitativa della pubblica amministrazione”. Firmata anche l’intesa per la realizzazione della scuola regionale delle tecnologie informatiche che ”dovra’ essere – dice l’assessore alla Presidenza – una scuola di specializzazione post laurea o per master di alta formazione del management pubblico e delle imprese, in partnership fra la Regione, le Universita’ della Sicilia e altri organismi nazionali e stranieri operanti nel settore dell’innovazione e dell’ICT (Information and communication tecnology). La Scuola dovra’ occuparsi del settore giuridico e, quindi, del diritto delle tecnologie informatiche, dell’internet governance e dell’informatica giuridica, ma, prosegue l’assessore, anche dell’ICT sotto il profilo tecnico e sotto l’aspetto applicativo nell’ambito delle diverse aree, specialmente quelle che rivestono maggiore importanza per la Sicilia, dal settore turistico a quello della valorizzazione dei beni culturali, a quello relativo alle attivita’ produttive tipiche della nostra Regione”. Secondo l’Assessore, e’ indispensabile e urgente creare in Sicilia non solo strade, aeroporti, autostrade digitali con fibre ottiche e altre infrastrutture fisiche, ma anche una moderna ed evoluta infrastruttura culturale che assicuri mediante i giovani, nel settore pubblico e nei processi produttivi delle aziende, innovazioni, abbattimento del digital divide, nuove prospettive sviluppo e creazione di spazi occupazionali. L’accordo quadro siglato dal rettore Lagalla e dall’assessore Ilarda e’ consultabile on line sulla pagina principale del sito internet della Regione (www.regione.sicilia.it) e prevede la costituzione di una commissione paritetica che entro 60 giorni dovra’ definire il percorso attuativo dell’intesa.