• Home / CITTA / Regione: interrorgazione Nicolò (Fi) su bandi zone carenti medici

    Regione: interrorgazione Nicolò (Fi) su bandi zone carenti medici

    “ La Regione si adegui a quanto stabilito dal Tar di Catanzaro per quel che concerne i bandi per le zone carenti dei medici di medicina generale”.

    E’ quanto afferma in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Alessandro Nicolò, che ha presentato a tal riguardo un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al Presidente della Giunta.  “Il Tar di Catanzaro – sostiene Nicolò – ha accolto un ricorso depositato dal Sapmi, il sindacato autonomo professionisti medici italiani, con cui si chiedeva l’annullamento del sistema di calcolo del rapporto ottimale non riferito agli abitanti residenti, bensì al numero degli assistiti. Tale decisione del Tar – dice ancora Nicolò –  non ha ancora trovato la giusta applicazione da parte della Regione, nonostante risalga al mese di gennaio di quest’anno. Il blocco di ogni decisione in tal senso, però, ha provocato la giusta reazione del Sapmi, i cui rappresentanti legali hanno nuovamente promosso un contenzioso dinanzi al Tar di Catanzaro, ottenendo, ancora una volta, legittima soddisfazione. A questo punto – conclude Nicolò – appare assolutamente contraddittoria la posizione assunta dalla Giunta regionale che finora, non ha corretto, nel senso indicato dal Tar i parametri di assegnazione delle zone carenti di medici di medicina generale. Peraltro, l’ottemperanza da parte della Giunta alle indicazioni del Tar innescherebbe un percorso virtuoso che darebbe risposte non solo in termini occupazionali, ma soprattutto risponderebbe anche ai criteri di prevenzione sanitaria generale che vedono la figura del medico di base come il livello strategico per contenere la dilatazione dei servizi e l’eccessiva ospedalizzazione di pazienti che potrebbero ottimamente essere curati a domicilio”.