• Home / CITTA / Lsu: Bova scrive a Tremonti e Gelmini

    Lsu: Bova scrive a Tremonti e Gelmini

    Il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Bova, ha inviato un messaggio urgente al Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, e a quello dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, sottoponendo alla loro attenzione la vicenda di circa 1500 lavoratori ex LSU utilizzati nelle scuole calabresi, che rischiano di rimanere senza lavoro dal prossimo primo gennaio. Di seguito il testo integrale del telegramma.

     

    “In Calabria circa 1500 lavoratori e lavoratrici ex LSU, impegnati da oltre un decennio nei lavori di pulizia e nel supporto amministrativo nelle scuole della regione – che avrebbero dovuto essere stabilizzati ai sensi della Legge n. 124/1999 – rischiano ora di perdere il posto di lavoro e di ritrovarsi senza stipendio a far tempo dal primo gennaio 2009 senza, peraltro, la previsione di alcun ammortizzatore sociale adeguato a scongiurare drammatiche ricadute sociali.

    Si tratta all’evidenza di una vera e propria sciagura che potrebbe abbattersi su 1500 famiglie calabresi e questo a causa della gravissima ed ingiustificabile mancata previsione delle risorse necessarie nella legge finanziaria per il 2009, nella quale risultano iscritti a tale fine solo 110 milioni di euro a fronte di spesa per l’anno in corso che ha sfiorato i 375 milioni di euro.

    A mezzo della presente, pertanto, si chiede di provvedere con urgenza e, comunque, in tempo utile ad evitare la cessazione dei rapporti di lavoro in essere, individuando e finalizzando le risorse necessarie a garantire la continuità lavorativa.

    Vero è che la crisi economica globale in atto richiede uno sforzo teso al contenimento delle spese dell’apparato amministrativo pubblico. Tuttavia, le difficoltà finanziarie in cui versa il nostro Paese non possono e non devono essere scaricate sulle categorie più deboli, quali i lavoratori ex LSU o precari in generale”.