• Home / CITTA / Maltempo: In arrivo il gelo

    Maltempo: In arrivo il gelo

    Nelle prossime ore una massa d’aria gelida di origine polare raggiungera’ la nostra Penisola e nel fine settimana favorira’ brusco abbassamento delle temperature, accompagnato pero’ da un po’ di maltempo solo a Sud. Ad accentuare il freddo – secondo quanto previsto dal meteorologo del Centro Epson Meteo Andrea Giuliacci – i gelidi venti settentrionali che soffieranno intensi soprattutto al Sud e attorno alle Isole. Poi all’inizio della prossima settimana, con l’arrivo di un nuovo nucleo di aria gelida – osserva Giuliacci – si formera’ un vortice di bassa pressione che fra lunedi’ e mercoledi’ portera’ nubi ovunque, piogge su molte regioni e nevicate fino a quote molto basse al Nord. La neve potrebbe imbiancare anche i tetti di Verona, Torino e Milano. Secondo Giuliacci al Nord fara’ ancora molto freddo a causa di gelidi venti orientali, mentre a Sud si attiveranno intensi venti di Libeccio che favoriranno un deciso rialzo delle temperature. SABATO 22: nubi e acquazzoni qua e la’ su Sud e Isole, con nevicate sull’Appennino oltre 1000 metri. Cielo coperto anche su Abruzzo, Molise e Alpi; bel tempo nel resto d’Italia. Forte maestrale su Sud e Isole, fino a 80-100 km/h in Sardegna. Massime ovunque in diminuzione, anche di 7-8 gradi al Nord. DOMENICA 23: Sole al Centronord e sulla Campania. Ancora nuvole altrove ma con isolati rovesci solo su Salento, Calabria e Sicilia; qualche nevicata sui monti della Sila oltre gli 800 metri. In serata le nubi torneranno a coprire il Nord: nella notte piogge sparse sulle coste liguri e deboli nevicate, fino a quote di pianura, su entroterra ligure, Piemonte e Lombardia. Venti moderati settentrionali. Temperature in ulteriore calo: diffuse gelate mattutine al Centronord; massime fra 4 e 10 gradi al Centronord, 9 e 15 gradi al Sud. LUNEDI’ 24: nuvole su tutta Italia. Piogge sparse sulle coste dell’alto Adriatico, pianura emiliana, regioni tirreniche e isole maggiori; deboli nevicate fino a quote pianeggianti su Trentino, Friuli, pianura veneta, basso Piemonte e, oltre 500- 800 metri, su Appennino Centrale e Settentrionale. Venti forti. Temperature massime in rialzo al Sud e medio Adriatico, in calo e di poco superiori allo zero invece al Nord. MARTEDI’ 25: ampie schiarite al Nord. Ancora nubi sul resto d’Italia: piogge diffuse su regioni centrali, Campania, Sicilia e Sardegna; nevicate sull’Appennino Centrale oltre 800-1200 metri. Nella notte nuovo peggioramento del tempo al Nord, con piogge in pianura e neve fino a bassa quota in montagna. Forte Libeccio al Sud, con mareggiate lungo le coste campane. Gelate mattutine diffuse su tutto il Nord; massime ovunque in crescita, ancora al di sotto della norma al Nord, miti e con valori fino a 20-22 gradi al Sud. MERCOLEDI’ 26: tempo bello su Medio e Basso Adriatico. Molte nubi sul resto d’Italia: piogge su Triveneto, Lombardia, Liguria, Toscana, Umbria, Lazio e Campania; neve fino in pianura sul Piemonte, oltre 500 metri su rilievi lombardi e Alpi Orientali, al di sopra di 800-1200 metri su Appennino Centrale e Settentrionale. Ancora ventoso. Temperature nuovamente in calo al Nord, in lieve crescita invece al Centrosud. (ANSA)