• Home / CITTA / Sull’Etna un concerto per i diritti umani

    Sull’Etna un concerto per i diritti umani

    Concerto di ferragosto in cima all’Etna per la tutela dei diritti umani nel mondo. L’iniziativa e’ del Teatro Massimo Bellini di Catania, che da’ appuntamento al tramonto di giovedi’ 14 agosto nel teatro all’aperto ricavato nel piazzale antistante il Grande Albergo dell’Etna, a quota 1.750 metri, nei pressi dell’Osservatorio astrofisico di Serra La Nave, sul versante Sud del vulcano. Un’orchestra di quaranta elementi diretta dal maestro Antonino Manuli, eseguira’ musiche di grandi della lirica, come Vincenzo Bellini, Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, ma anche dell’operetta, come Franz Lehar, e di compositori contemporanei tra i quali Ennio Morricone, Jacob De Haan, Jan Van der Roost, Nicola Piovani. Solisti due voci del coro del “Bellini”, il soprano Giovanna Lo Cicero e il tenore Salvatore Bonaffini. “L’Etna -ha detto il sovrintendente del teatro, Antonio Fiumefreddo- offre lo scenario adeguato per un concerto che vuole avere anche un significato di grande importanza, l’affermazione del principio che ovunque nel mondo i diritti umani sono inviolabili. Per la sua plurimillennaria storia, e per quella delle sue genti, l’Etna e’ vulcano di pace, e proprio lassu’ porteremo in musica questo messaggio”. (AGI)