• Home / CITTA / Minacce Loiero: Corbelli chiede ripristino scorta presidente

    Minacce Loiero: Corbelli chiede ripristino scorta presidente

    Il leader del Movimento “Diritti Civili”, Franco Corbelli, interviene dopo le nuove, gravissime minacce di morte al Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, esprime “solidarieta’ al Governatore della Calabria (e all’assessore regionale alla Sanita’, Vincenzo Spaziante), che invita a continuare sulla strada del rinnovamento e dell’impegno antimafia e a non cedere alle intimidazioni mafiose”, e chiede agli “organismi preposti di ripristinare immediatamente un servizio di scorta adeguato, cosi’ com’era prima dell’inspiegabile riduzione di qualche settimana addietro”. Corbelli era stato tra i primi, oltre due anni fa, a denunciare i rischi cui e’ esposto il Governatore calabrese, per gli attacchi della criminalita’ organizzata e l’isolamento politico. “Piu’ volte da quando ha ricevuto le prime minacce ho subito manifestato oltre alla mia solidarieta’ la forte preoccupazione per i seri rischi che correva, e corre soprattutto oggi, il Governatore Loiero. Non sono per questo sorpreso – aggiunge – ma fortemente preoccupato, temo che le continue minacce mafiose al presidente Loiero facciano parte di una strategia dell’intimidazione e del terrore che punta a spaventare e condizionare Loiero. Nei miei diversi interventi, ripresi dalla stampa calabrese, in questi due anni e mezzo denunciavo il pericoloso tentativo di isolare politicamente Loiero e di esporlo cosi’ fortemente al rischio ‘ndrangheta. Ribadisco con forza questo mio convincimento e questa mia forte preoccupazione, oggi, dopo le nuove gravissime minacce di morte subite dal Governatore calabrese. Diversi rappresentanti delle Istituzioni sembrano aver gia’ dimenticato l’omicidio politico-mafioso dell’ex vice presidente del Consiglio regionale, Francesco Fortugno, e il chiaro messaggio che la ‘ndrangheta ha, con questo efferato crimine, voluto mandare proprio a Loiero, alzando il tiro e puntando all’avvertimento e al condizionamento del massimo rappresentante della Istituzione regionale. Il Governatore e’ oggi oltre che un ostacolo un facile bersaglio per la ‘ndrangheta. Temo seriamente che possa ripetersi un nuovo omicidio eccellente in Calabria. Per questo – ha concluso Franco Corbelli – va subito ripristinato un adeguato servizio di protezione a Loiero, cosi’ come era prima della recente, inspiegabile cancellazione”. (AGI)