• Home / CITTA / Vibo, convegno sulla prevenzione del carcinoma al colon retto

    Vibo, convegno sulla prevenzione del carcinoma al colon retto

    Lo studio della scienza medica sul carcinoma del colon retto sposta per due giorni la sua attenzione su Vibo Valentia dove l’Associazione Diagnosis ha convocato un gruppo di attenti esperti per individuare il miglior approccio multidisciplinare sulla prevenzione e cura di questo genere di tumore.L’attesa assise scientifica in programma venerdì e sabato prossimi al San Leonardo Resort invita a mettere sul tavolo della discussione tutte le più recenti novità mediche e le più avanzate innovazioni tecnologiche di indagine, prevenzione e cura di una patologia che continua a mantenere alta la sua incidenza nonostante l’avvenuto conseguimento di rispettabili tappe fatte registrare in un campo così minato.L’obiettivo degli organizzatori resta quello di “aggiornare” gli operatori del settore, spesso chiamati a fronteggiare casi di sempre più preoccupante gravità, presentando gli esiti dei più recenti studi sul fenomeno del trattamento del colon retto.Il Presidente Giuseppe Allegra, Maria Grazia Santagata, Antonio Cilona e Vincenzo James Greco, per questa due giorni di Vibo Valentia hanno messo in piedi un programma che richiamerà una folta presenza di medici specialisti e non e di addetti ai lavori alla branca del carcinoma  del colon retto.“L’utenza chiede delle risposte concrete – avverte, tra l’altro, Antonio Cilona, nominato di recente membro della commissione nazionale giovani dell’Associazione Italiana Gastroenterologi ed Endoscopisti Digestivi Ospedalieri (AIGO) – perchè le domande appaiono sempre più variegate e comunque tese a pretendere nuove conoscenze sul fenomeno di una delle patologie a più alto rischio adulti”.In direzione di questo tipo di esigenze e nel quadro di una strategia volta a far conoscere gli ultimi effetti scientifici causati dallo studio della prevenzione e cura del colon retto, il convegno del San Leonardo Resort offrirà un quadro di piena novità sul piano più squisitamente scientifico.La presenza di personalità di caratura internazionale come quella del Presidente della Società Italiana di Chirurgia del Colo-Rettale Gian Andrea Binda, del francese Elie Chouillard, di Roberto Bollito vice Presidente Nazionale dell’Aistom (Associazione Italiana Stomizzati),  tra gli altri, spiega quanto sia stata attenta la ricerca degli esperti  impegnati nella quotidiana pratica dello studio clinico e della diagnosi, dell’applicazione delle terapie endoscopiche e chirurgiche e della terapia oncologica del carcinoma al colon retto.

    Ma anche il calibro dei moderatori serve a dimostrare che il tema prescelto non è ricco soltanto per la sua accresciuta incidenza sul tessuto sociale ma anche per l’insieme delle riflessioni che verranno fuori quando si tratterrà di capire in che termini la scienza medica dovrà aumentare la sua opera di intervento per abbassare il tasso di presenza di un tumore che è sì in aumento ma che sta trovando sulla sua strada gli effetti positivi di una ricerca in grado di incoraggiare la spinta verso il conseguimento di risultati eccellenti.