• Home / CITTA / Nicolò su organismo coordinamento e verifica diritto invalidi

    Nicolò su organismo coordinamento e verifica diritto invalidi

     Riceviamo e pubblichiamo:

    “L’istituzione  da parte della Regione dell’organismo di coordinamento e verifica deputato ad assicurare i diritti degli invalidi, ciechi e sordomuti, per l’affidamento all’Inps dell’esercizio delle funzioni di  concessione dei nuovi trattamenti economici a favore dei disabili, ai sensi della legge regionale n. 20/2001”, viene sollecitata dal consigliere regionale di Forza Italia, Alessandro Nicolò.  “L’organismo – fa presente Nicolò– è nominato dal Consiglio Regionale e ne fanno parte tre dirigenti di ruolo della Giunta o del Consiglio, tre componenti in rappresentanza delle categorie sociali e tre componenti di nomina dei patronati sindacali. Ebbene, a distanza di sei anni dall’ entrata in vigore della legge, ad oggi, non è stato  ancora costituito”. “Per questo motivo – prosegue Nicolò – è fortemente auspicabile che il Consiglio Regionale provveda al più presto a dar vita a  tale organo, il tutto peraltro, suffragato da un recente decreto attuativo con il quale sono state trasferite all’ Inps da parte dello Stato (  art. 10 del DL 30.09.2005 nr. 203 ) anche le funzioni fino ad ora esercitate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in materia di verifiche dei requisiti sanitari  previsti  per il diritto alle provvidenze economiche spettanti agli invalidi civili. La  costituzione di questo organismo – asserisce Nicolò – potrà essere una ulteriore garanzia di indispensabile funzionamento e buon andamento all’azione amministrativa in una  materia così delicata che sottende un alto profilo sociale. Ogni ulteriore rinvio comporta, nei fatti – conclude l’esponente di Forza Italica – l’accumulo di colpevoli ritardi  i cui effetti finiscono per ricadere sulle spalle di ceti sociali particolarmente a rischio  e  bisognosi. A mio parere, ci sono tutte le condizioni affinché  Giunta e Consiglio si attivino in breve tempo per avviare le necessarie azioni utili al varo dell’ organismo, il cui funzionamento servirà certamente a migliorare le condizioni di vita di gente che si trova in condizione di  grave difficoltà”.