• Home / CITTA / Lamberti (Pd): precisazione su nota richiesta convocazione Consiglio

    Lamberti (Pd): precisazione su nota richiesta convocazione Consiglio

    Riceviamo e pubblichiamo: 

    In merito alla nota diramata con tono ,che potrebbe sembrare ironico, dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale a firma dell’Avv. Aurelio Chizzoniti, concernente la richiesta di Convocazione del Consiglio stesso avanzata dai sette consiglieri del PD, mi corre l’obbligo di precisare, a nome degli stessi che–         i tempi non sono tali da destare ironia alcuna per quanto si sta perpetrando ai danni della Calabria e di Reggio in particolare ;–         siamo ben a conoscenza dello Statuto e del Regolamento. Il fatto è che, alla sette firme ci si attendeva fosse aggiunta, magari, quella dello stesso Presidente, stante che l’argomento ,di che trattasi, non è di interesse esclusivo del PD ma della Citta’ tutta. La sottrazione di una ingente quantità di risorse destinate ad importanti e vitali opere di infrastrutturazione  avrebbe dovuto fare riflettere, apertis verbis, tutti i rappresentanti del Popolo, uniti – al di la degli steccati ideologici – nella difesa della Città. Per questo motivo non abbiamo chiesto la sottoscrizione della richiesta agli altri componenti l’opposizione – che l’avrebbero certamente firmata . Non abbiamo voluto dare una connotazione,  se non quella dell’interesse generale della nostra Città.   In estrema sintesi, il PD si è reso promotore di un’azione che doveva diventare corale, sia pure con le diverse sfumature, che pongono la maggioranza in condizioni di imbarazzo per la diretta assonanza  e l’isocolore con il Governo Centrale. Tuttavia lo stesso Sindaco si è detto pronto a partire per Roma per farsi ridare ciò che è stato tolto a Reggio, riprova che il Sud e Reggio sono stati discriminati. La Sicilia, compagna al duolo, è insorta e Reggio………si attacca strumentalmente sugli specchi dei regolamenti! Ben altra colpevole cosa è quella dello strano ritardo che, invece, si deve registrare per la convocazione del Consiglio in ordine alla nomina della Commissione di inchiesta sui settori dell’Amministrazione, che lo stesso Presidente Chizzoniti ha messo sotto accusa, ponendo i Consiglieri Capi-gruppo difronte ad una vera e propria “notizia criminis”.L’opposizione tutta si è espressa, ed il PD, ufficialmente designando il nominativo del coordinatore spettante all’opposizione. Perché si indugia? Non sarebbe stato bene, anche in termini di risparmio per le risorse comunali, l’indire un Consiglio con ambedue i punti all’ordine del giorno?L’interesse per la tutela del territorio e per la trasparenza degli atti amministrativi sono due argomenti che mal si prestano a mezzucci di dozzina e a ritardi pretestuosi: il Presidente Chizzoniti, garante dell’imparzialità insita nel ruolo, deve convocare il Consiglio e comunque favorire l’espressione democratica del civico consesso ogniqualvolta il Popolo lo chieda, sia con uno, con sette o con quaranta consiglieri!  Dr. Eduardo Lamberti-CastronuovoCoordinatore gruppo PD al Comune     Reggio Cal. 10.06.08