• Home / CITTA / Gallico, nasce il forum del quartiere

    Gallico, nasce il forum del quartiere

    Giovedì 5 giugno, nell’accogliente cornice della Sala Conferenze dell’Hotel President, ha avuto luogo l’incontro, ideato, fortemente voluto e organizzato dal Dott. Giovanni Giordano, per la presentazione di un nuovo progetto sociale: il Forum sul Quartiere di Gallico.

    L’iniziativa, finalizzata all’individuazione di un percorso di rinascita e di sviluppo per quella che un tempo era definita la perla di Reggio, è stata ampiamente partecipata e sentita da tutti i presenti: esponenti di associazioni, rappresentanti di categoria, imprenditori, professionisti o semplici cittadini abitanti di Gallico, tutti animati da un autentico e costruttivo bisogno di confronto in un’ottica di concretezza, pragmaticità e responsabilità.

    Nelle 2 ore e oltre di dialogo e partecipazione, è stata infatti evidente a tutti l’importanza di iniziative di tale portata: il gruppo ha modo di interfacciarsi meglio con le problematiche comuni e comunicare più efficacemente con le istituzioni, sollecitando soluzioni e azioni certe.

    Dunque, un Forum che, come ha precisato il promotore dell’iniziativa, G.Giordano, non vuole essere strumento di parte, né solamente un mezzo di animazione di qualche settimana estiva o di gestione di singoli eventi e spettacoli, né avere finalità critiche distruttive, ma porsi positivamente e costruttivamente come luogo di elaborazione e proposta e “come strumento di riconciliazione e di riforma di vecchie fratture e contrapposizioni, e come efficace strumento di controllo del governo del territorio”. Insomma, un vero ritorno alle nostre antiche radici democratiche greco- romane in cui i componenti della comunità discutevano, si confrontavano alla pari e preziosamente all’interno dell’Agorà!

    G.Giordano, da sempre sensibile alle tematiche sociali e alle iniziative finalizzate al perseguimento del bene comune, ha promosso e ha dato il via a tale progetto e l’attenta e preziosa partecipazione delle personalità intervenute e delle loro competenze, ha consentito, quindi, la concreta nascita di qualcosa di nuovo, tra iniziative, intenzioni future e (perché no?) anche a volte con uno sguardo nostalgico a ciò che è stato al fine di ispirare adeguatamente l’attività di costruzione di quel che sarà!