• Home / CITTA / Cisal: il vibonese Cavallaro confermato Segretario Generale

    Cisal: il vibonese Cavallaro confermato Segretario Generale

    Il vibonese Francesco Cavallaro è stato confermato, all’unanimità, Segretario Generale della Cisal al termine dei lavori dell’VIII Congresso Confederale svoltosi al Palaterme di Fiuggi. Alla presenza di oltre mille delegati in rappresentanza di tutte le regioni, Francesco Cavallaro ha spiegato le ragioni per le quali la Confederazione di Viale Giulio Cesare, a Roma, continua a mantenere la leadership tra gli autonomi, rafforzando la sua quarta posizione a ridosso della triplice sindacale, Cgil, Cisl e Uil ed il suo potere contrattuale sul tavolo del confronto con il governo di Silvio Berlusconi. Francesco Cavallaro, eletto alle ultime amministrative sindaco di Dinami, nella sua replica agli interventi congressuali, ha, tra l’altro, sottolineato “la consapevolezza della sua Confederazione di avere davanti sfide difficili e complesse con cui confrontarsi e alle quali occorre dare risposte con grande senso di responsabilità e dedizione al ruolo che ci viene assegnato dai lavoratori. Noi dedicheremo i giorni che verranno ad affermare ancora di più  il bene della libertà, prezioso patrimonio del sindacalismo autonomo – ha proseguito Cavallaro – per consentire ad ogni lavoratore di essere in grado di gestire consapevolmente le proprie risorse, non solo materiali ma anche intellettuali,  che dovranno costituire il “capitale lavoro” per vincere l’importante battaglia delle ‘libertà responsabili’. La democrazia sindacale e quella economica – ha poi aggiunto Cavallaro – dovranno andare avanti più speditamente  con metodologie di confronto e di contrattazione più  moderne ed innovative. A tale proposito noi, da anni, ci stiamo battendo per un modello contrattuale più giusto che sia più aderente alle aspettative dei lavoratori. Per questo – ha proseguito il leader della CISAL – occorre spostare il fulcro verso la contrattazione locale e rovesciare il ‘rapporto gerarchico’ tra i due livelli contrattuali, lasciando al nazionale una funzione di guida, mentre al secondo, la sede in cui modellare gli elementi retributivi ed organizzativi del lavoro.” Nel Congresso di Fiuggi molto seguita è stata anche la relazione del Segretario Nazionale della Fip Cisal, Nicola Maria Cavallaro, che nella sua qualità anche di Segretario Regionale della Cisal, ha inteso dedicare uno spazio considerevole ai problemi della Calabria, anticipando il contenuto di una lettera aperta al Governatore della Regione, Agazio Loiero. In essa Nicola Maria Cavallaro scrive, tra l’altro, che la Regione Calabria ha bisogno di una immediata inversione di tendenza che avrà come seria provocazione la inderogabile realizzazione di una “Conferenza dei servizi”intesa a fare piena luce sullo stato di sicurezza, legalità e ambiente del territorio calabrese.”