• Home / CITTA / Bilancio Provincia, Morabito: "Avanti così"

    Bilancio Provincia, Morabito: "Avanti così"

    provinciaÈ soddisfatto il presidente della Provincia Pino Morabito, quando presenta alla stampa, la nuova manovra di bilancio approvata lo scorso 29 maggio. Una manovra che parla soprattutto in termini di opere pubbliche.

    Soddisfatto sì ma, ammette, c’è ancora tanto da fare. E se da un lato il fatto che la Provincia reggina, grazie a quel suo bilancio in pareggio può ricorrere ai mutui per il completamento delle opere in programma, cozza forte contro quella scelta del Governo (vedi alla voce Ici), dice Morabito, che toglie allo Stretto oltre cento milioni di euro. In parole povere:  a pagare saranno opere come la Gallico-Gambarie, la S. Roberto- Fiumara, la Pedemontana e la Jonica alta.  Ma Palazzo Foti, parola di Presidente, guarda avanti e allora via al completamento di quelle restanti otto opere di edilizia scolastica (40 quelle previste nel 2007, di cui 32 già avviate) rimaste in itinere. Dal Fermi di Reggio all’Industriale di Rocella. E poi il secondo stralcio del lotto D della Bovalino-Bagnara. Fondamentale, ribadisce Morabito, nella scelta delle priorità, anche gli incontri effettuati ad inizio anno tra febbraio e marzo proprio con i primi cittadini del territorio della provincia reggina. Oltre 23 i milioni che si andranno a spendere nel settore viabilità (3.650.000 provenienti da poste in bilancio, il resto dai trasferimenti Anas). Sessantuno i milioni che si stanzieranno per manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade. Tra i capitoli più significativi la messa insicurezza della S. Giorgio Morgeto e della Diminuiti-Sambatello. Nel settore scolastico, tra le altre, il Tecnico Commerciale di Melito, il Professionale per l’Agricoltura di Cauloni, l’Istituto per il Turismo di Gioiosa. Ultima, ma non per questo meno importante per Palazzo Foti, la questione degli impianti sportivi. Vedi Taurianova, Cittanova e il campo di calcio di Natile-Careri. Uno sforzo non solo in termini ludici, ci tiene a sottolineare Morabito. Ma uno sforzo in termini di costruzione di realtà associative e di aggregazione positive, lì dove spesso la criminalità organizzata è pronta ad approfittarne.  

    gdg