• Home / CITTA / Bianchi su Ici e Mezzogiorno

    Bianchi su Ici e Mezzogiorno

    "Il conto dell´ICI sarà pagato dai trasporti e dal Mezzogiorno. Questa è l´amara conclusione alla quale si arriva esaminando il DL fiscale che sta per iniziare l´iter parlamentare". Lo dichiara Alessandro Bianchi, ministro dei trasporti del governo Prodi.

    "In sostanza – sostiene Bianchi – le poste del bilancio dei trasporti che erano state costruite con le finanziarie 2007 e 2008 vengono azzerate e di conseguenza non si potranno realizzare più gli interventi previsti".

    "Riassumendo per macrovoci – sottolinea l´ex ministro – possiamo dire che nei prossimi tre anni non ci saranno più fondi per le autostrade del mare (- 231 milioni di Euro) per la sicurezza stradale (- 187 milioni di Euro) per il trasporto pubblico locale ( – 353 milioni di Euro) per il trasporto merci combinato (- 45 milioni di Euro), per la navigazione nello Stretto di Messina ( – 24 milioni di Euro). A questi tagli vanno aggiunti 1,4 miliardi già destinati alla Sicilia (per metropolitane urbane) e alla Calabria (per la Strada Statale 106 jonica e il Porto di Villa San Giovanni) e 1 miliardo di Euro per la viabilità secondaria nelle due regioni".

    "Il risultato – conclude Bianchi – è che in un mese è stato vanificato il lavoro di due anni che aveva posto le basi per costruire una vera politica dei trasporti a servizio del Paese e che, ancora una volta, a pagarne il prezzo più alto sarà il Mezzogiorno".