• Home / CITTA / Viola e Falcomatà: “Solidarietà ad Eraclini, però…”

    Viola e Falcomatà: “Solidarietà ad Eraclini, però…”

    Da Stefano Viola e Giuseppe Falcomatà riceviamo e pubblichiamo 

    Pur manifestando la nostra vicinanza e solidarietà  al Presidente Giuseppe  Eraclini ed all’intera famiglia, per il vile attentato subito qualche giorno addietro, riteniamo opportuno avanzare alcune precisazioni.In merito alla vicenda infatti, cosi come ovvio da qualche tempo, si sta consumando l’ennesimo atto di ipocrisia politica ai danni della città e dei suoi cittadini.È notizia di oggi, che il comitato di coordinamento dei presidenti di circoscrizione si è riunito presso palazzo S.Giorgio alla presenza del Sindaco e dei delegati al decentramento, per esprimere la solidarietà al collega ed invitare il primo cittadino ad intercedere presso Sua Eccellenza il Prefetto Dott. Musolino affinché al più presto convochi un vertice per discutere delle emergenze che in città ormai assumono aspetti drammatici.Fin qui nulla in contrario, anzi.Che la città attraversi un periodo difficile sul versante della sicurezza e della convivenza civile è cosa ormai risaputa da almeno due lustri.Difatti, per tutto l’intero 2007, nel territorio provinciale e cittadino sono state date alle fiamme qualcosa come 600 mezzi di trasporto ad uso privato, quindi una media di 2 al giorno. Se si aggiunge poi l’aggressione della criminalità al tessuto economico-commerciale cittadino, il quadro assume aspetti medio-orientali.Danneggiamenti ed incendi occupano spazi di cronaca cittadina da almeno un decennio. Tristezza e disorientamento sono le condizioni che quotidianamente vive il nostro concittadino.Il passaggio che ci sorprende più di ogni altro all’interno della missiva, è rappresentato dal tratto confidenziale con il quale lo scrivente o gli scriventi, si rivolgono al Sindaco: “non siamo scoraggiati anzi continueremo a lavorare incessantemente per la Reggio che non vuole mollare, che è desiderosa di proseguire sulla strada già intrapresa con coraggio e determinazione dalla Tua amministrazione; Noi presidenti siamo accanto a te attivamente in tutte quelle iniziative che vorrai intraprendere affinché si dia ai nostri concittadini un maggior senso di sicurezza e di legalità. Questo non può che giovare all’immagine della città turistica che in questi anni la tua amministrazione ha realizzato; Solo così si continuerà a creare sviluppo ed occupazione e la città continuerà ad essere veicolo di attrazione di visitatori da ogni parte del mondo; Ci  pare evidente, senza fare polemica, che siamo di fronte ad un eccesso di zelo, rispetto alla buona fede di chi, preoccupato,  “sente” la necessità di comunicare uno stato d’animo.Investire  le maggiori cariche istituzionali  cittadine di problemi tanto seri quanto presenti sul territorio, è un esercizio che richiede discrezionalità e rigore. Non può ridursi a comunicato stampa dagli effetti prevedibili.Fare ciò potrebbe implicare  la consapevolezza che il Sindaco, il Prefetto, Il Questore, non abbiano contezza dei reali pericoli che la nostra comunità corre quotidianamente. E’ cosi ovviamente non è. Anzi è esattamente il contrario.Tutti in linea di frontiera, e non da ora, a neutralizzare atti e comportamenti che mal si conciliano con le regole della convivenza civile e con lo sviluppo di un territorio. Comunque ed indipendentemente.                                

           Stefano Viola

          Giuseppe Falcomatà

         Consiglieri “Centro Storico”