• Home / CITTA / Maxisequestro di stupefacenti da parte della Guardia di finanza

    Maxisequestro di stupefacenti da parte della Guardia di finanza

    I “Baschi Verdi” appartenenti alla Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, operando unitamente ad un’unità cinofila, hanno effettuato un nuovo ingente sequestro di stupefacenti presso la stazione ferroviaria di Villa San Giovanni, nel corso di una serie di controlli effettuati in collaborazione con la locale Polizia Ferroviaria. Personale appartenente alla Guardia di Finanza ed alla Polizia Ferroviaria di Villa S. Giovanni, durante l’attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto e alla repressione del traffico di droga, hanno proceduto al sequestro di un ingente quantitativo, in dettaglio circa 500 grammi, di stupefacente del tipo ‘EROINA’, il quale, confezionato in una tavoletta compatta e accuratamente imballata, era trasportata da un extracomunitario, T.M.B.H., anni 27, di nazionalità tunisina. L’uomo rientrava in treno dal Nord Italia, ove si sarebbe recato, stando a quanto ricostruito dai militari, per procurarsi il carico di sostanza stupefacente.

     Il corriere, già noto alle forze dell’ordine, aveva occultato la droga tra i propri bagagli e aveva mostrato evidenti segni di nervosismo non appena scorti i militari della Guardia di Finanza intenti ad effettuare i controlli antidroga; aveva quindi cercato di allontanarsi, nascondendosi in una toilette a bordo del treno sul quale aveva viaggiato per attendere che i militari si allontanassero.

    Malgrado il maldestro tentativo i “Baschi Verdi” avevano assistito a tutta la scena, attendendo che il cane antidroga, un tenace pastore tedesco dal nome ‘MACHIN’, segnalasse la posizione del soggetto nel momento del transito davanti al luogo nel quale egli si era nascosto. Infatti il cane ha immediatamente segnalato la presenza di sostanza stupefacente in corrispondenza della parte terminale del vagone controllato, ed una volta aperta la porta dei servizi igienici il corriere è stato fermato. Non appena è stata rinvenuta la droga, come accennato occultata tra i propri bagagli, l’uomo è stato tratto in arresto e trasportato presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, diretto dal Col. t. I.S.S.M.I. Francesco GAZZANI.

    Il panetto di eroina si presentava perfettamente pressato ed imballato con molta cura; si può affermare che si tratta di un quantitativo rilevante per tipologia di sostanza e valore di mercato, ma anche non abitualmente oggetto di sequestro negli ultimi periodi, a causa dell’allarmante sempre crescente consumo di hashish e cocaina da parte dei soggetti consumatori.

    A seguito del rinvenimento della droga, il corriere è stato tratto in arresto per il reato di illecita detenzione di sostanze stupefacenti. Di conseguenza, il P.M. presso la procura di Reggio Calabria ne ha disposto l’accompagnamento presso la locale casa circondariale.

    Il sequestro è maturato nell’ambito di una serie di molteplici attività che i “Baschi verdi” della Guardia di Finanza intraprendono congiuntamente alle altre forze di Polizia nel comparto della sicurezza e del controllo del territorio reggino.