• Home / CITTA / Elezioni, l’opinione di Cittadinanzattiva

    Elezioni, l’opinione di Cittadinanzattiva

    Da Cittadinanzattiva riceviamo e pubblichiamo:

     

    A seguito del dibattito elettorale che sta interessando il nostro Paese, Cittadinanzattiva vuole esprimere il proprio punto di vista rendendo manifesto il programma auspicato dai cittadini. Sette le questioni salienti, qui sintetizzate, che riguardano nel particolare, la riunificazione del Servizio Sanitario Nazionale, con il riequilibrio dei poteri tra Ministero della Salute e Regioni e la riduzione dei tempi di attesa per le prestazioni di diagnostica strumentale, specialistica e gli interventi chirurgici attraverso l’applicazione uniforme della normativa nazionale che prevede tempi massimi, divieto del blocco delle prenotazioni e l’attesa di non più di 72 ore per le urgenze differibili; la valutazione della Pubblica Amministrazione, in vista del fatto che, ogni giorno i cittadini e le imprese sono costretti a fare i conti con un sistema burocratico che non  mette in pratica meccanismi di trasparenza  e valutazione del lavoro del personale pubblico, altresì chiediamo l’impegno del governo all’attuazione dell’art. 2 comma 641 della finanziaria 2008 che, introduce la governance dei servizi pubblici locali, la consultazione obbligatoria delle associazioni dei consumatori e la valutazione civica della qualità dei servizi; il superamento delle logiche di casta, con la celebrazione del referendum per la modifica della legge elettorale, l’affermazione delle primarie tramite la riforma dell’art. 49 della Costituzione e la sottrazione delle nomine dei dirigenti Asl allo scambio politico-clientelare; la restituzione di legalità e sicurezza ai cittadini, attraverso l’aumento dei fondi, il rafforzamento dei poteri dell’Alto Commissario per la lotta alla corruzione e la piena attuazione della legge sulla confisca e l’uso sociale dei beni dei colpevoli di corruzione; il funzionamento del Servizio Giustizia con l’aumento dei fondi, la sospensione del ricorso alla prescrizione per tutta la durata del processo penale e l’introduzione degli Uffici di Relazione con il pubblico nei Tribunali; il controllo sull’aumento dei prezzi, favorendo la promozione di accesso ai mercati all’ingrosso ai cittadini ed il supporto alla creazione dei gruppi di acquisto solidale(GAS) per la valorizzazione dei prodotti tipici locali; la trasformazione della scuola in risorsa con l’aumento della spesa per l’istruzione di un punto percentuale rispetto alla spesa pubblica totale, l’introduzione di un sistema di valutazione per dirigenti scolastici, insegnanti ed istituti ed infine la deducibilità fiscale a favore di famiglie con figli.Il testo integrale dei punti qui riassunti è consultabile presso il sito www.cittadinanzattiva.it