• Home / CITTA / Attentato Princi, Cordopatri: “Ignorate mie indicazioni”

    Attentato Princi, Cordopatri: “Ignorate mie indicazioni”

    ''Purtroppo la Procura distrettuale di Reggio Calabria in tutti questi anni non ha tenuto conto dei meccanismi da me indicati per venire a capo di sistemi di riciclaggio nella Piana di Gioia Tauro''. E' quanto afferma, in una dichiarazione, Maria Giuseppina Cordopatri, testimone di giustizia nel processo contro presunti affiliati alle cosche di Gioia Tauro. ''Le conseguenze di questi comportamenti – prosegue Cordopatri – sono anche il recente attentato all'imprenditore Princi e l'omicidio eccellente del figlio del boss Nino Mole'''. ''Apprendo con due anni di ritardo – sostiene ancora la testimone di giustizia – che nel deposito milanese ove dal 1999 sono custoditi i miei beni e' stata attuata una perquisizione e che, mistificando la realta' dei fatti, gli inquirenti hanno ventilato al personale che li custodisce un mio coinvolgimento nell'inchiesta sul centro commerciale Porto degli Ulivi di Rizziconi''.(ANSA)