• Home / CITTA / Vibo, quando il muro dell’omertà crolla…

    Vibo, quando il muro dell’omertà crolla…

    Dal tribunale di Vibo Valentia, luogo in cui si sta celebrando il processo a carico di esponenti del clan Mancuso arriva un forte segnale di cambiamento  per il "muro dell'omertà". Uno studente-lavoratore di 19
    anni, chiamato a testimoniare in tribunale dal Pm 
    Manzini in merito ad alcuni episodi estorsivi di stampo mafioso
    e danneggiamenti da lui stesso denunciati, non ha esitato a
    riconoscere gli autori che gli stavano di fronte chiusi in una
    gabbia, indicandoli con nome, cognome e soprannome, mentre gli
    altri testimoni, commercianti, cittadini, si sono guardati bene
    dal rispondere persino alle domande del magistrato, facendo
    finta di non conoscerli. "Oggi si e' aperta una breccia nel
    muro dell'omerta'. Il domani sono gli studenti" ha detto il
    magistrato antimafia.