• Home / CITTA / Unioni Civili: nulla di fatto in Consiglio Comunale

    Unioni Civili: nulla di fatto in Consiglio Comunale

    Regolamento per le Unioni Civili, nulla di fatto in Consiglio Comunale. Quello della
    istituzione del registro amministrativo delle unioni civili proposto dal consigliere
    dei Comunisti Italiani, Massimo Canale, era il quarto punto all’ordine del giorno
    della seduta di ieri di Palazzo San Giorgio.”Nuove possibilità”, e “diritti
    riconosciuti ai cittadini” le parole usate dallo stesso consigliere Canale che però
    si è trovato contro un “no” secco, opposto dal centrodestra per voce della
    consigliera Monica Falcomatà che oppone una questione di “evidenti carenze giuridiche
    in materia”. Non di meno, definisce “inutile” la proposta, “esistendo già, dice, un
    registro delle convivenze”. Zimbalatti risponde chiedendo “rispetto e dando uguali
    diritti alle coppie di fatto”. E sempre dai banchi dell’opposizione il consigliere
    Nuccio Barillà ha chiesto espressamente di vedere il regolamento al centro della
    discussione di ieri quale ”cornice istituzionale per rappresentare diritti di chi ne
    ha bisogno”. Una risposta, dice “ad una necessità sociale di solidarietà”. Alla fine
    il Consiglio ha respinto la proposta di deliberazione di Canale. I voti contrari sono
    stati 17, 8 i favorevoli e 2 astenuti.