• Home / CITTA / Sanità, lavori in corso per intramoenia: ferme Sicilia e Calabria

    Sanità, lavori in corso per intramoenia: ferme Sicilia e Calabria

    Lavori in corso,
    nella maggioranza delle Regioni italiane, per garantire l'esercizio
    della libera professione intramoenia dei medici nelle strutture
    pubbliche, con piani ad hoc, tariffe sotto controllo e spazi adeguati. in stand-by  invece, Sicilia e Calabria, che non hanno inviato alcuna
    comunicazione in materia e non hanno nemmeno richiesto i fondi
    disponibili, ancora inutilizzati.
    E' il quadro dell'Osservatorio nazionale per la libera
    professione intramuraria, illustrato da Aldo Ancona, direttore
    dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali (Assr), durante il
    convegno organizzato al Senato per la presentazione dei volumi che
    raccolgono i risultati dell'indagine conoscitiva sull'intramoenia,
    condotta lo scorso anno dalla Commissione Sanita' di Palazzo Madama.
    Come previsto dalla legge approvata il 2 agosto 2007, che concede 18
    mesi per mettersi in regola sulla libera professione intramuraria,
    dunque fino al 31 gennaio 2009, la relazione trimestrale
    sull'attuazione del provvedimento e' stata inviata al ministero della
    Salute da 18 Regioni: in pratica quasi tutte tranne Calabria, Lazio e
    Sicilia.
    I dati illustrati oggi sono i primi risultati del monitoraggio
    svolto dall'Osservatorio nazionale, previsto dalla legge dell'agosto
    2007 per verificarne l'attuazione in ciascuna regione e che ha
    cominciato i lavori a febbraio di quest'anno. ''Come emerso anche
    dall'indagine conoscitiva – sottolinea Ignazio Marino, presidente
    della Commissione Sanita' del Senato – bisogna garantire che il
    ricorso alle prestazioni intramoenia sia determinato dalla libera
    scelta dei cittadini e non dalle carenze organizzative dell'attivita'
    istituzionali, assicurando il rispetto dei tempi medi d'attesa per le
    prestazioni fissati dalle Asl, in particolare per le urgenze
    differibili''.