• Home / CITTA / Rotary, grande kermesse a Vibo

    Rotary, grande kermesse a Vibo

    Il Rotary Club di Vibo Valentia ospita il Sipe 2008 ma dota l’associazione fondata da Paul Harris di una novità, a sopresa,  nell’ambito di un programma di avanguardia per le nuove generazioni: la nascita dei Master di II° livello, gratuiti, per i giovani laureati di Calabria e Campania.

    E’ questo il bilancio più che positivo dell’evento organizzato dal club di Vibo Valentia, presieduto da Giuseppe Sarlo che attraverso questa iniziativa entra nella sfera delle realizzazioni eccellenti del Rotary Internationale.

     Quella svoltasi a Vibo Valentia, presieduta dal Governatore Giancarlo Calise, è stata una vera e propria Accademia di formazione per gli anni 2008/2009  e 2009/ 2010.

    Dopo i brevi indirizzi di saluto del Presidente Giuseppe Sarlo e del sindaco Franco Sammarco, il seminario di formazione per i presidenti eletti (SIPE) e designati, condotto dal Governatore “eletto” Guido Parlato, si è connotato per i contenuti in una vera e propria  Accademia, laddove l’insegnamento si è unito  con la disquisizione dei principi fondanti del Rotary: quelli etici.

    A svolgere le varie tematiche: dall’organizzazione ai fini da perseguire, sono stati impegnati accanto allo stesso  Governatore Guido Parlato, rotariani di provata esperienza ed i past governatori Francesco Socievole, Natale Naso e Sandro Marotta coordinatore nazionale per l’alfabetizzazione e Vito Rosano coordinatore nazionale per le nuove generazioni e Presidente dei Past Governatori di Italia, Albania, Malta e San Marino, il presidente della commisisione distrettuale della Rotary foundation Michelangelo Ambrosio.

    Nel contesto dei lavori il pensiero rotariano, improntato ai principi etici, è stato ampiamente rappresentato e posto in una metodologia di attuazione e sviluppo attraverso la strategia rotariana che diffonde ogni anno 763 presidenti responsabili sul territorio nazionale.

    Larga eco, inoltre, ha trovato la relazione di Franco Petrolo, presidente della commissione distrettuale di azione interna.

    Intervenendo in tema di espansione Franco Petrolo ha evidenziato, tra l’altro,  la crescita numerica progressiva mondiale dei rotariani non senza, però, aver osservato che dopo il 1995, attraverso la nuova politica espansionistica, adottata dai soci del Rotary International, anzicchè crescere l’associazione ha subito un calo compensato in parte per l’aumento  del numero dei club. Il Distretto 2100 ( Campania, Calabria e Lauria) è, però, andato in controtendenza positiva.

    Ed è anche con questi avanzamenti di opera che il prestigioso Governatore  eletto Guido Parlato ha ha presentato la sua strategia a largo raggio arricchendo di nuovo fermento l’assise rotariana distrettuale che il Rotary Club di Vibo Valentia, forte nella sua tradizione, ha saputo accogliere, nell’ambito di una organizzazione che ha conosciuto l’unanime consenso dei partecipanti e lasciando lo spiraglio aperto per un SIPE 2009.

    Il Rotary  International, comunque, è in continua espansione e mantiene il suo fondamento operativo nei confronti delle comunità, della famiglia, dei bambini e delle nuove generazioni.

    E’ presente sulla  scena mondiale con tantissime sue opere e tra queste bisogna ricordare i  2.500.000 bambini vaccinati per la poliomielite nel mondo in 20 anni.

    Non è tutto. Oggi  si mira ad una marcia umanitaria trionfale: la eradicazione della malattia nel mondo.

    Sono innumerevoli le presenze dell’azione rotariana nel mondo: dai 70 mila pozzi in Africa al programma per l’alfabetizzazione e per le risorse idriche.

    Il Sipe ha avuto un appendice sociale con le visite a Tropea e Pizzo, grazie alle disponibilità dei sindaci Antonio Euticchio e Fernando Nicotra, dei presidenti dei club Luigi Condina e Alfonso Martino. La conclusione è stata musicale ed è stata affidata all’estro e alla fantasia dei “Non Solo Tango”, il quartetto vibonese composto da Fabio Ditto ( violino), Michele Cosso (contrabbasso), Francesco Silvestri ( pianoforte) e Giovanni Smiroldo ( fisarmonica) che prima di partine per una tourne in Spagna e Francia hanno offerto un concerto di grande effetto artistico.