• Home / CITTA / Regione, i lavori della quarta commissione

    Regione, i lavori della quarta commissione

     La IV Commissione consiliare , “Assetto, utilizzazione del territorio ed ambiente”, presieduta da Antonio Acri, ha concluso i propri lavori odierni dopo avere audito l’assessore all’Ambiente, Diego Tommasi. “Nel ringraziare l’ampia disponibilità dell’assessore Tommasi – ha detto Antonio Acri – voglio sottolineare l’importanza di questo incontro, cui ne seguiranno altri, che hanno come obiettivo la velocizzazione  di importanti provvedimenti amministrativi e di legge i cui contenuti sono di straordinaria valenza per la Calabria. Sono convinto che la sinergia tra la Commissione, il Consiglio e l’Esecutivo sia il metodo migliore per prospettare ai calabresi quei provvedimenti che potranno riconquistarne la fiducia. Insomma, più fatti e meno chiacchiere – ha sottolineato il presidente Acri – lavorando a quelle priorità che possono veramente  intercettare e risolvere quanto la comunità regionale ci domanda”. Nel corso della seduta, è stato inoltre concordato un percorso che “valorizzi il confronto ed i reciproci suggerimenti con il sistema della autonomie locali in grado di concertare provvedimenti le cui ricadute siano caratterizzate dalla velocità e dalla efficacia dell’intervento stesso”.L’assessore Diego Tommasi, ha indicato alcune linee prioritarie su cui intende orientare l’attività del suo assessorato.   “E’ necessario – ha ricordato Tommasi – una rivisitazione del piano regionale dei rifiuti autonomizzando le cinque province calabresi, allontanando i rischi di una regionalizzazione del problema. In questa direzione, ci siamo già incontrati con le Province  per giungere a forme concertate di soluzione”. Diego Tommasi, fra l’altro, ha detto che “ si è constatato, grazie all’adozione di un piano di emergenza della Regione, di un miglioramento della raccolta differenziata, che passa dal 10% al 22%, un risultato eccellente. Ma è chiaro – ha sottolineato l’Assessore all’Ambiente – che è necessario guadagnare complessivamente tempo e varare un piano rifiuti che ci salvaguardi per i prossimi decenni”. Tra i provvedimenti agli atti, l’assessore Tommasi ha ricordato “interventi di bonifica anche per gli oltre cento torrenti che segnano la Calabria, e la messa in funzione degli impianti di depurazione, già consegnati a Province e comuni, cosa che ci fa vedere il prossimo futuro con sufficiente tranquillità”. Inoltre, l’assessore ha ricordato i provvedimenti a difesa della biodiversità marina, l’avvio della bonifica delle battigie, i percorsi per uno sviluppo sostenibile, ed ha prospettato l’istituzione, “come prevede lo Statuto regionale” , della Consulta regionale per l’Ambiente”. Infine, Tommasi ha concluso ricordando che “lo sviluppo degli impianti eolici è di competenza dell’assessorato all’Attività Produttive , settore Energia”.