• Home / CITTA / Reggio, protocollo d’intesa per aggiornamento oneri di urbanizzazione

    Reggio, protocollo d’intesa per aggiornamento oneri di urbanizzazione

    Sottoscritto il protocollo d’intesa tra l’Assessorato all’Urbanistica del Comune di Reggio Calabria, l’Ance, la Confartigianato e l’Uppi  per l’aggiornamento del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione. Un atto atteso da ben venti anni, cioè dal 1988 quando per l’ultima volta l’Amministrazione Comunale aveva adeguato le tariffe. A firmare l’accordo l’assessore all’Urbanistica Demetrio Porcino; il presidente dell’Ance, l’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili, sezione di Reggio Calabria, Andrea Cuzzocrea; il segretario della Confartigianato reggina, Demetrio Battaglia; il presidente e il segretario dell’Uppi, l’Unione dei Piccoli Proprietari Immobiliari di Reggio Calabria, Giovanni Violi e Vincenzo Battaglia.

    “Le aliquote base relative al costo di costruzione e agli oneri di urbanizzazione applicate dal Comune di Reggio Calabria risultano essere di molto inferiori rispetto alle aliquote applicate dagli altri comuni italiani – ha dichiarato l’assessore Porcino – come recentemente ha confermato la ricerca del “Sole 24 ore” da cui risulta che il Comune di Reggio Calabria si colloca all’ultimo posto della classifica nazionale relativa all’aggiornamento del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione. Proprio per questo motivo abbiamo accelerato l’iter per adeguare le tariffe, portando avanti una delicata fase di concertazione con le associazioni al fine di procedere ad un aggiornamento rispettoso della normativa vigente ed al contempo equilibrato e commisurato alle condizioni economico-sociali complessive della Città. Siamo riusciti – ha proseguito Demetrio Porcino – ad evitare aumenti eccessivi che, secondo gli indici Istat intervenuti nell’ultimo ventennio, avrebbero accresciuto di oltre 60% le aliquote attuali. Grazie alla sensibilità dimostrata dalle associazioni coinvolte, abbiamo deliberato un aumento del costo di costruzione e degli oneri di urbanizzazione nella misura del 36% nell’arco temporale di un triennio, con un incremento, quindi, del 12% per ogni anno, dal 2008 al 2010. L’Ance  e la Confartigianato si sono anche impegnate, a non far incidere l’aggiornamento sul prezzo finale degli immobili, a tutela del cittadino. Un risultato particolarmente significativo – ha concluso l’Assessore comunale all’Urbanistica – che conferma il nostro impegno a ricercare una soluzione soddisfacente sia per andare incontro ai bisogni dei cittadini che alle esigenze di tutti i soggetti coinvolti”. (Roto San Giorgio)