• Home / CITTA / Reggio, Pizzimenti sollecita Comune su Lungomare

    Reggio, Pizzimenti sollecita Comune su Lungomare

    Da Nuccio Pizzimenti, riceviamo e pubblichiamo: 

    <<SOLLECITO l’amministrazione Comunale ad intervenire con urgenza ad istallare nuove panchine nell’area della via marina bassa, in quanto i soliti vandali hanno creato ingenti danni. A tale proposito, il 06 marzo 2008, Protocollo 23980 ho inoltrato fonogramma tramite la Segreteria Amministrativa della Circoscrizione agli organi competenti, per la sostituzione delle panchine rotte, purtroppo  ad oggi non vi sono segnali incoraggianti>>.L’appello giunge da capogruppo di Forza Italia alla prima circoscrizione “Centro Storico” Nuccio Pizzimenti che chiede : <<all’amministrazione comunale l’istallazione di telecamere per la video sorveglianza e di predisporre interventi di manutenzione costanti mirati alla riqualificazione dell’intera area, con la relativa tinteggiatura dei muri, il ripristino della pavimentazione ove risulta danneggiata, e il relativo restauro delle due fontanelle sul lungomare Falcomatà che da molto tempo non zampillano più acqua>>. Conclude Nuccio Pizzimenti <<una maggiore cura non può che giovare al prestigioso sito e nello stesso tempo riduce i costi per l’amministrazione comunale, in quanto è risaputo, che una ristrutturazione straordinaria comporta un sacrificio economico notevole per le casse Comunali. E’ evidente che i cittadini devono fare la propria parte, in tal senso sarebbe opportuna una campagna di sensibilizzazione per i cittadini incivili, per indurli ad un maggior rispetto per la cosa pubblica, predisponendo appositi cartelli in punti strategici del lungomare che invitano al rispetto del bene comune. Ritengo che non ci possiamo permettere il lusso di trasmettere un’immagine negativa della nostra città>>.                                                                        IL CAPOGRUPPO DI FORZA ITALIA                                                                                               NUCCIO PIZZIMENTI