• Home / CITTA / Reggio, Federfarma minaccia azioni forti

    Reggio, Federfarma minaccia azioni forti

    farmacia

                    da sanitacalabria.it 

    Il comunicato diffuso da FEDERFARMA Reggio Calabria fa rivivere, come un deja-vu, quanto accaduto poco più di un anno fa. Era il febbraio del 2007 e dopo diversi appelli i farmacisti abbassarono le saracinesche della loro attività. Poi fu la volta dell’assistenza indiretta. Di seguito il comunicato:

    FEDERFARMA Reggio Calabria denuncia il mancato rimborso, da parte

    dell’Azienda Sanitaria Provinciale, delle prestazioni erogate dalle farmacie presenti sul territorio di propria competenza da oltre 10 mensilità.
    Proprio in ragione di tale drammatica situazione debitoria da parte dell’ASP, i titolari di farmacia, con senso di responsabilità, hanno fatto ricorso al credito bancario.

    Successivamente l’accumulo di crediti maturati in misura oggettivamente intollerabile, e superiore alle disponibilità dei titolari di farmacia, ha comportato l’esaurimento delle linee di credito presso gli Istituti Bancari.

    Pertanto i titolari di farmacia comunicano che in mancanza di adeguati ed immediati provvedimenti da parte dell’AS di Reggio Calabria saranno costretti ad interrompere il servizio con gravi ripercussioni sulla salute pubblica.

    L’estrema, quanto inevitabile, forma di protesta è l’ultima possibilità rimasta ai titolari di farmacia per affermare il proprio diritto ad erogare le prestazioni farmaceutiche in condizioni dignitose e nel rispetto delle regole atteso il fatto che, nei mesi scorsi, FEDERFARMA ha manifestato nelle sedi più opportune il crescente livello di difficoltà ad erogare il servizio senza la riscossione delle somme spettanti da parte dell’Azienda Sanitaria.

    I farmacisti non potranno essere ritenuti responsabili di una situazione che è frutto della fallimentare gestione della sanità calabrese e della consolidata prassi volta a lasciare inascoltati gli allarmi lanciati nei mesi scorsi.