• Home / CITTA / “Vedo, sento, parlo”: prima riunione operativa

    “Vedo, sento, parlo”: prima riunione operativa

    Si è svolta questa mattina la prima riunione operativa di “Vedo sento e parlo” il progetto antiracket nato dall’intesa tra Istituzioni ed Associazioni datoriali per fare fronte comune contro la pressione della criminalità organizzata nei confronti dell’economia locale.

    Un incontro molto importante al quale hanno preso parte il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Scopelliti, Giuseppe Sergi, consigliere delegato per le attività connesse al protocollo antiracket e le stesse associazioni datoriali.

    Un meeting produttivo che da il via al fattivo intervento del Comune per la tutela dei cittadini ed, in particolare, degli esercenti assillati dalla morsa delle estorsioni.

    Ecco che prendono forma le linee guida poste alla base dell’iniziativa ed ecco che scaturiscono le prime importanti azioni pronte per essere messe in campo. Innanzitutto, attraverso finanziamenti da parte dell’Amministrazione comunale, sono stati previsti: l’ampliamento del sistema di video-sorveglianza esistente, su tutto il territorio cittadino;  la creazione di un gruppo interforze necessario per aumentare la sorveglianza notturna. E, ancora, lo stanziamento di un contributo ulteriore, rispetto a quello previsto dalla legge finanziaria, che possa coprire totalmente le spese di chi decide di dotare la propria azienda di un impianto di video-sorveglianza; l’impegno per la creazione di una campagna di sensibilizzazione, attraverso, spot, cartellonistica e siti internet contro il terribile fenomeno e poi, ancora, fondamentale, un’opera di educazione alla legalità da svolgere all’interno delle scuole, a partire da quelle elementari e medie.

    Assieme alle associazioni datoriali, invece, il Comune si è impegnato per la creazione di un “Centro di ascolto”, rivolto agli operatori economici che fornisca anche assistenza legale e bancaria.

    “Si prosegue nell’azione tesa al rafforzamento della legalità – ha affermato il Primo Cittadino – mettendo in campo azioni concrete volte alla tutela degli imprenditori, degli esercenti e di tutti le persone oneste che attraverso le proprie attività fanno crescere l’economia e, di conseguenza, la città. Siamo pronti a dare il via a significative azioni di contrasto al racket attraverso un impegno a 360 gradi.  Gli imprenditori non sono più soli perché hanno al loro fianco l’Amministrazione comunale impegnata in prima linea in questa importante battaglia”.

    “Questo è un programma nel quale l’Amministrazione crede molto e sul quale punta fortemente – ha dichiarato Giuseppe Sergi – vogliamo che tutto ciò che stiamo pianificando prenda da subito una piega operativa. Noi accelereremo i tempi certi della collaborazione della Provincia e della Camera di commercio. Da oggi gli esercenti avranno da noi un aiuto concreto, non solo un appoggio morale”.

    I partecipanti alla tavola rotonda, dopo questo primo produttivo incontro, si sono, infine, dati appuntamento per il mese di aprile per mettere in atto tutti programmi e le determinazioni assunte. (Roto San Giorgio)