• Home / CITTA / Ponte sullo stretto, possibile archiviazione commissione

    Ponte sullo stretto, possibile archiviazione commissione

    "Non risultano elementi di responsabilita' penale concreta a carico degli indagati. Il ruolo da loro ricoperto nella Commissione per la valutazione del progetto per la costruzione del ponte sullo stretto di Messina era assolutamente secondario, poiche' l'istruttoria a loro affidata doveva avere delle risultanze che sarebbero state poi esaminate compiutamente dalla Commissione in seduta plenaria, cosa che successivamente avvenne, all'esito di approfondita valutazione come risulta dal verbale della seduta che si tenne all'epoca". Con questa motivazione il procuratore di Roma, Giovanni Ferrara, e l'aggiunto Italo Ormanni hanno chiesto l'archiviazione del procedimento, relativo all'impatto ambientale dell'infrastruttura sul territorio, aperto a carico di Alberto Fantini, Franco Luccichenti e Giuseppe Mandaglio. I magistrati, che avevano ipotizzato i reati di falso in atto pubblico, abuso d'ufficio e falso per soppressione, si erano mossi anche sulla base della denuncia presentata nel febbraio del 2004 da Legambiente, secondo cui i tre commissari avrebbero dato il via libera al progetto per la realizzazione del ponte in tempi troppo rapidi e senza evidenziare le carenze, pure dal punto di vista dei requisiti di legge, nella documentazione prodotta dalla societa' Stretto di Messina spa.