• Home / CITTA / Museo: Pizzimenti per lo scambio

    Museo: Pizzimenti per lo scambio

    Riceviamo e pubblichiamo: 

    pizzimentiNuccio Pizzimenti capogruppo di Forza Italia alla Prima Circoscrizione “Centro Storico” interviene nel dibattito politico  sulla querelle Museo-reperti ed afferma che:
    <<Alla luce della lettera che l’assessore regionale Demetrio Naccari ha inteso inviare al Sindaco di Reggio, Giuseppe Scopelliti, in riferimento alla vicenda Museo e per la quale prosegue la protesta per impedire che i reperti qui conservati prendano la volta di Mantova, intendo aggiungere un’ulteriore voce alle innumerevoli già sentite, perfezionando il tiro e, se possibile, stemperare le proteste che, quindi, assumerebbero altra valenza>>.
    Spiega l’esponente di Forza Italia <<proprio stando alle precisazioni di Demetrio Naccari in merito, alla questione si possono aggiungere adesso altri importanti e rilevanti elementi che offrono una nuova chiave di lettura: in primis non si può non tener conto della durata temporale della mostra di Mantova e per la quale i tre reperti del Piacentini dovrebbero giungere in prestito per una esposizione intitolata proprio al tema della Magna Grecia. Si tratta di un periodo di tempo relativamente breve (solo tre mesi): dopodichè le opere suddette torneranno, presumibilmente nella prima settimana di luglio, nuovamente in riva allo stretto per essere fruite nel periodo di maggiore afflusso turistico in città>>.
    Prosegue Nuccio Pizzimenti nel suo ragionamento <<altra questione che ha innescato la scintilla della protesta: la non-reciprocità che, fino alle notizie forniteci in queste ultime ore dallo stesso On. Naccari, avrebbe depauperato, per logica, il nostro Museo di tre reperti importanti come la Testa del Filosofo, la testa di Medma e quella di Basilea. Anche in questo caso, pare che le pur legittime preoccupazioni, possano essere stemperate dalla notizia dell’arrivo in città di uno scranno onorario greco. Trattasi quindi di reciprocità, anche se si può e si deve fare assolutamente di più>>!
    Conclude il forzista il suo intervento <<Bene ha fatto il Sindaco Scopelliti a dichiarare: ”Non siamo contro la mobilità delle opere, siamo contro una spoliazione che non è accompagnata da alcuna reciproca donazione”. Allora sarebbe il caso di rivedere e considerare la vicenda con i parametri esatti: non si blocchi, la normale prassi propria delle organizzazioni di mostre internazionali. Ma anzi, si incentivi questo processo di interscambio concreto e paritario affinché anche il nostro Museo possa godere della visibilità che legittimamente gli spetta. Non è onesto che passi un messaggio negativo della nostra città, frutto di un cortocircuito istituzionale>>.