• Home / CITTA / Fortugno: pentito; “votare Fortugno o Tripodi, ma indicarono Naccari”

    Fortugno: pentito; “votare Fortugno o Tripodi, ma indicarono Naccari”

    processo_trib
    Nell'aprile del
    2005 il pentito Antonino Zavattieri era stato avvicinato dal suo
    ex capobastone di Reggio Calabria, Bruno Polimeni, che gli aveva
    indicato chi votare in occasione delle elezioni regionali del
    2005. A riferirlo, nell'udienza di stamane del processo per
    l'omicidio Fortugno in corso a Locri, in Corte d'assise, e'
    stato lo stesso Zavattieri.

    In particolare, Zavattieri ha detto che Polimeni lo aveva
    invitato a votare per Fortugno e per Pasquale Tripodi, attuale
    consigliere regionale, ma lui aveva deciso di seguire l'
    indicazione di un amico personale, Giovanni Fontana, che lo
    aveva aiutato nel periodo di latitanza e che gli aveva chiesto
    di sostenere Demetrio Naccari Carlizzi, anch'egli attuale
    consigliere regionale.
    Le affermazioni fatte da Zavattieri riprendono quanto il
    pentito aveva gia' riferito in un verbale del 22 ottobre del
    2005 e poi riportato agli atti del processo nel verbale
    depositato nel gennaio del 2007.
    L'udienza di oggi si e' aperta con la deposizione di Andreea
    Busaga, una ragazza rumena che ha riferito di avere trovato
    lavoro, grazie all'interessamento di Domenico Novella, nel bar
    Arcobaleno di proprieta' di Bruno Piccolo.
    La donna ha detto che
    il 16 ottobre 2005, giorno dell'omicidio Fortugno, sia lei che
    il fratello non si sono sentiti con Novella e questo malgrado
    sulla loro utenza risulti una telefonata dello stesso Novella.
    (ANSA)