• Home / CITTA / Dall’Aspromonte alla Svezia

    Dall’Aspromonte alla Svezia

    ragazzi_a_stoccolma_sveziaUna delegazione di studenti appartenenti alle Scuole del Progetto “Aspromonte liberaMente”, da sabato 1 marzo, è ad Ånäset, nel nord della Svezia, per partecipare all'incontro European Youth Exchange “Environnement and Art&Culture” che si svolgerà sino al 7 di marzo prossimo.

    Allo Stage partecipano delegazioni di studenti provenienti dalla Francia, Italia, Estonia, Svezia, Norvegia ed Ungheria. Gli studenti dell'I.T.I.S. “Antonino Panella” di Reggio Calabria, dell'I.T.C. “Leonida Repaci” di Villa San Giovanni e dell'I.I.S. “Vincenzo Gerace” di Cittanova, saranno


    ragazzi_ad_anaset_sveziaimpegnati in varie attività di studio e scambi culturali con le altre delegazioni europee, con particolare cura allo sviluppo di presentazioni multimediali ed artistiche dedicate al tema dell'acqua.

    L'iniziativa,  sostenuta dall'Unione Europea, è mirata a favorire e consolidare, attraverso  Progetti comunitari, l'integrazione tra i diversi membri dell'Unione ed a stimolare Progetti di crescita culturale in difesa dell'ambiente e dei beni naturali. Le scuole di “Aspromonte liberaMente” sono state scelte a livello nazionale perché impegnate, ormai da molti anni, sul terreno delle tematiche ambientali; queste scuole, ragazzi_in_aereoporto_a_stoccolma_svezianell'ambito del Progetto, sin dal 2003, hanno prodotto documentari e realizzato Campi di lavoro internazionali sulle risorse idriche da tutelare e difendere come diritto per tutti i cittadini. Riconoscimenti nazionali ed internazionali hanno ricevuto produzioni video come “Disarmonie”, “Acqua per tutti”, “Jolly Rosso” che, adeguatamente sottotitolati in inglese, verranno proiettati in questi giorni in Svezia.

    “Aspromonte liberaMente”, da  9 anni, è promotore dei Progetti di recupero funzionale dell'Ostello di monte Nardello e di realizzazione, nell'area dell'Ex Base americana, di un Laboratorio Ambientale e di un Centro Astronomico sul modello di quanto già realizzato, sempre da un calabrese, con la “Cittadella della Scienza e della Natura” in provincia di Varese.

    Destino strano e paradossale per “Aspromonte liberaMente” tra la diffidenza, l'indifferenza e, qualche volta, l'ostilità delle Istituzioni locali  e, invece, tanta attenzione, interesse ed apprezzamento aldilà delle Alpi.