• Home / CITTA / Borrello: “Primarie per la Presidenza della Regione”

    Borrello: “Primarie per la Presidenza della Regione”

    Istituire le elezioni primarie imponendole a tutte le forze politiche che intendano presentare candidati alla Presidenza della Regione. E’ questa l’indicazione contenuta nel progetto di legge presentato dal vicepresidente del Consiglio regionale, Antonio Borrello (gruppo Misto), il quale sottolinea come “in Calabria, i tempi per questa scelta, siano ormai maturi”. Secondo Borrello “oggi, le primarie non sono più considerate idee velleitarie di partecipazione popolare, ma rivestono un ruolo centrale nella scelta democratica perché introducono l’opzione dei cittadini sui progetti programmatici e di governo”.“Un’impostazione questa – dice Borrello – che si lega alla forma di governo presidenzialista. Sarebbe una contraddizione in termini – sostiene il vicepresidente – che all’elezione diretta del Capo dell’Esecutivo non si facesse corrispondere l’istituto delle primarie. Uno strumento  – sottolinea – che dà la possibilità al cittadino di esprimere il proprio gradimento democraticamente e a priori, attraverso la più ampia ed approfondita valutazione sugli obiettivi programmatici e le strategie individuate dal singolo candidato. Un’altra motivazione a sostegno delle primarie – prosegue Borrello – è che, consegnando ai cittadini la decisione ultima per le candidature, si scongiurerebbe il rischio delle ingerenze del livello nazionale,  del gioco manovrato delle indiscrezioni giornalistiche, e soprattutto delle infinite ed estenuanti trattative”.Definiti nella proposta di legge a firma di Borrello, “tutti gli aspetti attinenti all’istituzione delle primarie”: procedure di indizione, modalità di partecipazione, norme per la presentazione delle candidature, luogo di svolgimento, modalità di voto, spoglio e proclamazione.“Il vicepresidente auspica, infine – rivolgendo un appello a tutte le forze politiche presenti in Consiglio – di pervenire alla più rapida approvazione del progetto di legge comunque aperto ai loro contributi”.