• Home / CITTA / Associazione dottorati e dottorandi accusa l’assessorato regionale all’Università

    Associazione dottorati e dottorandi accusa l’assessorato regionale all’Università

    Dall'Associazione dottorati e dottorandi di ricerca riceviamo e pubblichiamo


    Come è ormai noto, il Bando sui “Programmi di Tirocini di Ricerca”, che coinvolge una ottantina di aspiranti tirocinanti della Università Mediterranea e complessivamente circa 440 laureati e Dottori di Ricerca delle altre università calabresi, sta procedendo con una lentezza ingiustificata e non tollerabile in un Paese civile che pretende di mettere al centro delle proprie politiche di sviluppo la cultura e la ricerca e che invece gioca semplicemente con il destino dei giovani.
    L’Assessorato regionale all’Università di fatto sta dimostrando poca trasparenza, scarsa collaborazione e palesi incapacità organizzative nella gestione complessiva del Programma in oggetto, confermate da un Comunicato stampa del 20/02/2008 a cura dell’Assessore Cersosimo apparso sul sito della Regione Calabria.
    L’ADI-RC ritiene che tali ritardi non possono essere imputati, come sostiene il Prof. Cersosimo, “all’ingente numero di domande di partecipazione non prevedibile al momento del bando”, in quanto era molto prevedibile, in una regione “affamata” in tutti i sensi come la Calabria, una partecipazione diffusa e massiccia di giovani laureati. Inoltre, è incredibile (come si evince dal Comunicato stampa succitato) che un Assessorato strategico e fondamentale come quello che si occupa di Cultura, Istruzione e Università abbia organici non sufficienti e competenze professionali inadeguate ad adempiere ai compiti previsti dai Bandi che si pongono in essere. In merito al programma “Tirocini di Ricerca”, la sezione calabrese dell’Associazione Nazionale Dottorandi e Dottori di ricerca (ADI) ha invitato l’Assessorato alla Cultura a chiedere supporto alle Università calabresi così da istituire un tavolo di concertazione o un gruppo operativo di lavoro per un rapido avvio dei Tirocini stessi.
    Con il presente Comunicato, l’ADI-RC richiede la collaborazione attiva dei propri Soci e, in generale, di tutti gli aspiranti tirocinanti (anche con la collaborazione degli aspiranti Docenti Tutor) per promuovere una raccolta di firme da consegnare al Presidente della Giunta Regionale e all’Assessore regionale all’Università e, per conoscenza, al Rettore della Mediterranea, al fine di avere risposte chiare e certe, ponendo fine a questo intollerabile lassismo, da parte del Dipartimento 11 dell’Assessorato regionale all’Università.
    In assenza di risorse umane adeguate e professionali, la Calabria non potrà mai “sfruttare” in modo positivo e lungimirante i propri giovani altamente formati e qualificati, i migliori “cervelli” di questa Regione che di fatto non riesce a gestirne la permanenza ma solo la fuga.
    Associazione Nazionale Dottorandi e Dottori di Ricerca – Sezione Reggio Calabria
    ___________________________________________________________________