• Home / CITTA / Asp Reggio: giovedì convegno su tumori femminili

    Asp Reggio: giovedì convegno su tumori femminili

    L’ Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria, con il patrocinio della Regione Calabria, dell’Amministrazione Provinciale, Amministrazione Comunale, Ordine dei Medici, ha organizzato un convegno di presentazione del programma di prevenzione dei tumori femminili per giovedì 3 aprile ore 15,30 presso la sala “Giuditta Levato” del Consiglio Regionale.
    I tumori femminili, sempre più diffusi, possono essere validamente combattuti e ridotti con la diagnosi precoce, la prevenzione rappresenta la strategia vincente. L’ASP di Reggio Calabria attraverso il programma di screening offre l’opportunità alle donne di sottoporsi ad una serie di esami gratuiti.
    Per la realizzazione del programma di screening alla mammella ed al collo dell’utero è stato definito un protocollo d’intesa con l’Azienda Ospedaliera “Bianchi Melacrino Morelli” con il coinvolgimento delle sue qualificate risorse professionali. Mentre nell’ambito delle collaborazioni tra Aziende Sanitarie calabresi più volte auspicato, si registra con soddisfazione la disponibilità dell’ASP di Cosenza che  ha offerto un proprio  mezzo mobile attrezzato idoneo a raggiungere le zone più disagiate del territorio reggino.       
    Sono previsti gli interventi così come di seguito riportati: Commissario Straordinario dell’ASP Giustino Ranieri; Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera BMM Leone Pangallo; Direttore Generale dell’ASP di Cosenza Franco Petramala; Presidente Conferenza dei Sindaci di Reggio Calabria Loris Nisi; Presidente Ordine dei Medici di Reggio Calabria Pasquale Veneziano. Il progetto sarà presentato dalla referente aziendale per gli screening dei tumori femminili dr.ssa Ornella Arfuso. Sulla vaccinazione  anti papilloma virus relazionerà il Direttore dell’Unità Operativa di medicina preventiva dell’ASP dr. Sandro Giuffrida. Seguirà un dibattito moderato dalla dr.ssa Anna Maria Danaro.
    I lavori si concluderanno con l’intervento del dr. Rubens Curia che è stato il referente regionale per gli screening dei tumori femminili avendo egli programmato il relativo piano.